Excite

Brawn Gp senza soldi! 270 licenziati

In casa Brawn Gp il clima è cambiato di colpo. Infatti dopo i festeggiamenti di due giorni fa dopo la doppietta di Melbourne è già ora di tornare coi piedi per terra. E non ce ne sarebbe neanche bisogno, ma la crisi avanza, e purtroppo in questi tempi difficili non ci i soldi per andare avanti, specie per una casa automobilistica che sorge dalle ceneri di una, la Honda, che ha abbandonato qualche mese prima. L’unica soluzione così rimane quella di tagliare il personale.

"Siamo in 700 e dobbiamo scendere a 430 - ha detto l’amministratore delegato della Brawn Gp Nick Fry -. Dipende dalle nuove regole tecniche". Con questa parole in team inglese ha annunciato il taglio di ben 270 dipendenti, certo con il rammarico perché come si sa, squadra che vince non si cambia, ma purtroppo quando ci sono in mezzo i soldi la scaramanzia passa in secondo piano. "E' molto spiacevole doverlo fare, ma dipende dal mutamento delle regole tecniche – conclude Nick Fry -. Siamo circa 700 persone al momento e abbiamo discusso con lo staff per scendere a 430".

Tutto questo a causa della più grande crisi automobilistica della storia, crisi che ha toccato in primo luogo l’America, portando sull’orlo della bancarotta la General Motors, alla quale il Presidente Obama ha concesso 60 giorni per un nuovo piano di rifondazione, ma anche la Chrysler, che se vorrà usufruire del piano di recupero di sei miliardi di dollari, proposto sempre dal Presidente degli USA, dovrà rendere concreta l'alleanza con la Fiat.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017