Excite

20 di squalifica dal ciclismo per Da Ros

Una delle sentenze più pesanti che il mondo del ciclismo abbia conosciuto è stata inflitta dal tribunale nazionale antidoping del Coni a Gianni Da Ros, il giovanissimo ciclista italiano che era stato arrestato lo scorso marzo nell’ambito di un’inchiesta sul traffico di sostanze dopanti nelle palestre.

Una sanzione che prevede la squalifica del ciclista per 20 anni, e che si estinguerà dunque il 22 novembre del 2029, mettendo di fatto la parola fine alla carriera del corridore, che era stato arrestato scorso 11 marzo dai Nas mentre si trovava a Padova in ritiro con la Nazionale della pista.

"L'arresto di Da Ros s'inserisce in una più ampia operazione riferita ad un presunto traffico di sostanze dopanti nelle palestre. Liquigas, così come la Federciclismo italiana, è dunque totalmente estranea alla vicenda", questo diceva il comunicato congiunto di federciclismo e la Liquigas emesso 8 mesi fa al momento dell’arresto, comunicato al seguito del quale per il ciclista arrivò l’immediata sospensione.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017