Excite

A Copenaghen sono cominciate le Olimpiadi gay

Anche a Copenaghen è in corso un’importante manifestazione sportiva, si chiama World Outgames, e altro non è che un’Olimpiade dedicata alla comunità omosessuale. Fino al 2 agosto, atleti provenienti da ogni parte del mondo, professionisti e amatori, gareggeranno e si divertiranno a Copenaghen, città che per la seconda volta ospita questa manifestazione sportiva, ma non solo…

Certo, perché dietro ad eventi di questo tipo spesso si sviluppa una nota polemica, ed il semplice fatto che ci debbano essere manifestazioni sportive dedicate ai gay fa pensare che qualche cosa ancora non va, e che cosa lo spiega il portavoce del Portnoy Group, un’importante brand internazionale: “in fatto di branding essere gay comporta ancora oggi un danno di immagine all'atleta”, se poi pensiamo che alle scorse Olimpiadi di Pechino solo 10 atleti si sono dichiarati apertamente gay su migliaia di atleti, allora una molla in automatico scatta.

E’ giusto allora che le polemiche ci siano ma non devono rovinare questo clima di festa e sport nel quale gli atleti si sfideranno nelle classiche discipline di questa manifestazione come aerobica, ciclismo, nuoto, curling e in qualche specialità eccezionale come la danza o le corse sui pattini a rotelle.

L’inaugurazione è stata venerdì scorso, in grande stile come si confà per un evento di portata internazionale per il quale anche un team italiano è in gara, la squadra di calciatori della KingKickers Italia, squadra di calcio milanese allenata del giornalista sportivo Paolo Giordano che cercherà di portare a casa un bel trofeo nello stile del calcio italiano, uno dei tanti che ci piacerebbe vincere come basket, bowling, bridge, hockey sul prato, nuoto o il triathlon che, sabato 1 agosto, chiuderà la manifestazione.

Ma oltre allo sport anche tante feste per animare lo spettacolo serale e anche mostre, dibattiti culturali incentrasti sull’omosessualità per avvicinare due mondi che molto spesso rimangono separati: una vera e propria missione per l'associazione sportiva internazionale di gay e lesbiche “Gay Games Federation”. Una missione difficile, perché purtroppo tanti, troppi imbecilli sono in circolazione, come quelli che hanno aggredito l’altro giorno tre atleti, uno svedese, un norvegese e un inglese, per le strade a Copenaghen: ben inteso, ognuno può pensarla come vuole, ma certi gesti fanno vergognare, specie se accadono in un paese progressista come la Danimarca dove le unioni civili tra omosessuali sono riconosciute dal 1989 e l’adozione di figli anche per coppie gay è stata approvata lo scorso marzo…

Guarda il video ufficiale dei World Outgames

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017