Excite

A Donington è Dovi Power, prima vittoria in Moto Gp

Quando Rossi non c’è ecco che spunta il Dovi Power. In una gara assolutamente incredibile per ciò che è successo e come, aspuntarla è Andrea Dovizioso, che guida bene, forte, lotta con Valentino che poi si autoelimina e porta a casa la sua prima vittoria in Moto Gp, e che vittoria.

Al via la situazione è confusa, gran bagarre, ma non c’è Stoner, che visto il tempo incerto decide di partire con le gomme da bagnato, mossa sbagliata, perché non comincerà mai veramente a piovere e lui finirà nelle retrovie come il compagno di squadra Haiden. Fuori l’australiano ad approfittarne dovrebbero essere i tre che rimangono, ma nell’ordine, Lorenzo va lungo intorno al 10 giro, scivola e la moto lo lascia,Pedrosa perde lentamente terreno facendosi infilare a destra e manca un po’ da tutti, vedi problemi alle gomme, e Rossi, anche lui, in bagarre con il Dovi a pochi giri dalla fine scivola mentre è in testa sprecando una ghiotta occasione, anche se poi il 5° posto finale qualche punto a casa la porta.

E quindi eccoti il Dovi che si va a prendere una gran vittoria con la sua Honda arancione e nera che ieri andava come un treno, e dietro di lui due bestiaccie come Randy De Puniet che fa una gara spettacolare lottando con Pedrosa come un matto, il loro è di sicuro il duello più bello di ieri, e il francese l’ha stravinto andando a chiudere secondo davanti a Colin Edwards, anche lui autore di una grande prova.

"E' stata una gara stupenda, in condizioni difficili", ha detto Dovizioso a fine gara, “è stato tutto facile finché non è caduto valentino Rossi, lo stavo seguendo. E dopo è diventata più difficile, anche se avevo 11" di vantaggio. Pensavo che là dietro non tirassero più, invece hanno recuperato tanto in poco tempo. Non si vedeva dove era bagnato - ha aggiunto - e dove poter spingere, è stata dura ma è una grande soddisfazione".

Invece per Stoner lezione amara e anche dal muretto non mancano di gargli notare come la colpa questa volta sia solo sua: "Ho cercato di convincerlo a partire con le gomme slick - ha spiegato Livio Suppo - ma sulle moto ci sono i piloti e a loro spetta l'ultima decisione". Ma anche questa è la Moto Gp, incredibile, assurda e spettacolare, e forse come quest’anno non lo è mai stata: a loro 4 piace così, a giocarsela devono esserci tutti, se no è troppo facile. Per Valentino intanto sono 25 punti in più su Lorenzo, ma se le cose continueranno ad andare così possiamo star certi che ci sarà da divertirsi.

Nella 250 invece si impone Hiroshi Aoyama davanti ad Alvaro Bauptista che precede Mattia Pasini in un Gp, anche per loro al cardiopalma a causa della pioggia e del tempo instabile. Simoncelli è quarto, e le sue parole su questo Gp di Donington dicono tutto: "E' stata una gara stranissima, perchè stamattina nel warm up era a posto abbiamo fatto una piccola mossa e a inizio gara non stava in piedi, sono finito indietro, scivolavo da tutte le parti e mi passavanio tutti, sembravo impedito, alla prima corsa - racconta il campione del mondo della 250 -. Per fortuna man mano che si asciugava la pista sono andato sempre meglio e mi è andata bene perchè si è asciuga, peccato che non sono riuscito a passare Pasini ma e stato tosto".

In 125 vince Julian Simon che mette le sue due ruote davanti a Simone Corsi, salendo in classifica a 154 punti contro i 104 dell'altro spagnolo Sergio Gadea. Terzo il britannico Smith con 98,5 punti.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017