Excite

A Montegi vince Lorenzo, Vale chiude secondo

Lo avevamo anticipato in settimana che la gara di Montegi difficilmente sarebbe stata una corsa a due tra Valentino e Casey Stoner, perchè appena dietro c'era gente tosta, giovane ma con un sacco di voglia di fare bene, e infatti è andata poroprio così. Vince Lorenzo, rinato, ritemprato e affamato soprattutto consapevole oggi di aver dimostrato qualcosa, e quel qualcosa è che non ha nessun timore reverenziale nei confronti del suo prestigioso compagno di scuderia Yamaha.

La gara comincia male per Stoner, rimasto indietro e subito incastrato in una lotta tra tanta gente, forse per lui troppa, abituato com'è a prendere e salutare tutti al primo giro. Alla grande Valentino in partenza, primo e apparentemente senza avversari, invece il pericolo arrivava proprio da dietro, e questa volta si chiama Jorge Lorenzo, che dopo una rimosta fatta di decimi mangiati qua e la ha dato il via ad un duello spettacolare con il Dottore, che alla fine ha dovuto cedere il passo al baby fenomeno spagnolo, che sul podio salta come un grillo, facendo sorridere anche lui, che però da oggi sa che c'è qualcun altro da cui è bene guardarsi le spalle.

Finisce così, Lorenzo a Montegi si porta a casa la sua seconda vittoria in Moto Gp, con la consapevolezza di aver guadagnato qualcosa in più dei punti, "Ho costruito questa vittoria - ha spiegato dopo la vittoria - pensando a tutti gli errori fatti in Qatar, ma non pensavo certo di poter vincere, Rossi e Stoner erano più forti, ma in gara ho capito che potevo farcela" . Stoner alla fine è quarto dietro ad un Dani Pedrosa che torna sul podio, anche lui molto contento. Come lo è anche Marco Melandri, che finalmente trova il giudto feeling con la sua Kawasaki e riesce ad agguantare un sesto posto molto importante, alle spalle di Dovizioso, che arriva quinto e fa tesoro dei puntui raccolti, anche se l'obiettivo sulla Honda ufficiale per lui rimane vincere.

    Ecco l'ordine di arrivo del Gp del Giappone 2009:
  • 1. Jorge Lorenzo (Spa/Yamaha) 115,224 km in 43′47.238
  • 2. Valentino Rossi (Ita/Yamaha) a 1.304
  • 3. Dani Pedrosa (Spa/Honda) 3.763
  • 4. Casey Stoner (Aus/Ducati) 5.691
  • 5. Andrea Dovizioso (Ita/Honda) 9.207
  • 6. Marco Melandri (Ita/Kawasaki) 30.555
  • 7. Loris Capirossi (ITA/Suzuki) 32.756
  • 8. Mika Kallio (Fin/Ducati) 39.416
  • 9. James Toseland (Gbr/Yamaha) 43.106
  • 10. Chris Vermeulen (Aus/Suzuki) 43.245
  • 11. Randy De Puniet (Fra/Honda) 44.834
  • 12. Colin Edwards (Usa/Yamaha) 46.540
  • 13. Alex De Angelis (Rsm/Honda) 53.525
  • 14. Niccolo Canapa (Ita/Ducati) 1′21.804
  • 15. Toni Elias (Spa/Honda) 1 giro

In 125 invece vince Andrea Iannone, e vince alla grande, con una rimanta spettacolare dovuta alle sue gomme d'asciutto mentre tutti montavano gomme da bagnato quando non pioveva ormai più, alla sua seconda vittoria stagionale questo ragazzo sha i numeri e si vede. Purtroppo male in 250 Simoncelli, tocca infatti un cordolo con la sua Gilera e da li in poi non più pervenuto, sio godono invece il podio Bautista, Aoyama e Pasini.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017