Excite

A San Siro buona prova dell’Italia: l’Haka spaventa meno

Gli All Blacks a San Siro hanno fatto meno paura del previsto. Non tanto per il punteggio, 20-6 al termine della partita che evidenzierebbe uno strapotere della nazionale neozelandese, quanto per la forza messa in mostra dagli azzurri che, a dispetto dei numeri, hanno mostrato i denti e guardato gli avversari sempre dritti negli occhi.

Guarda le immagini dell'incontro tra l'Italrugby e gli All Blacks

E lo hanno fatto già a partire dall’Haka, la danza che ha fatto sobbalzare gli 80mila di San Siro, danza che gli azzurri hanno osservato per nulla intimoriti, quasi a voler sfidare lo strapotere dei “tutti neri” che nell’arco della partita hanno poi messo in scena una prestazione di carattere ma ben contenuta dagli azzurri che, a dirla tutta avrebbero meritato di più, non fosse stato per l’arbitro il signor Dickinson.

E’ accaduto infatti che il direttore arbitrale del match abbia deciso, nonostante 11 mischie ripetute, 4 penalità e 1 cartellino giallo (per il pilone Tialata), di non concedere una meta tecnica sacrosanta proprio nei 7 minuti finale, decisioni che ha fatto fischiare tutto San Siro e arrabbiare gli azzurri che comunque possono ritenersi soddisfatti della prova e dei notevoli passi avanti compiuti: ottima la prova soprattutto del 10 azzurro Craig Gower che il pubblico ha elogiato con uno striscione che ha fatto sorridere, "Mallett almeno tu metti a Cassano".

Grande apprezzamento nei confronti del pubblico da coach Nick Mallet: "E' stata un'occasione fantastica per il rugby azzurro. Il pubblico ha risposto in maniera splendida”, le cui parole sono state rimarcate da capitan Parisse: "E' stato un sogno giocare davanti a 80mila persone a S. Siro per la prima volta nella storia. Oggi sono contento perché in mischia abbiamo giocato anche meglio che in estate, anche se nel gioco al piede abbiamo sbagliato qualche scelta"; peccato solo per le scelte arbitrali, come sottolinea ancora il coach azzurro: "Ovviamente, noi non siamo autorizzati a criticare l'arbitro ma devo dire che per noi è stato deludente. Su alcune decisioni non esiste una zona grigia, o è nero o bianco. Dopo 7 minuti e non so quante penalità devo dire che meritavamo di segnare".

La prossima sfida sarà ad Udine contro il Sudafrica: "Credo che sarà la partita più difficile tra le tre", confessa Parisse, ma l’eco degli applausi tributati oggi da San Siro sarà acnora ben vivo nella mente degli azzurri.

 (foto © LaPresse)

Guarda l’esecuzione degli inni nazionali e l’Haka a San Siro

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017