Excite

Abby Sunderland, 16 anni, è dispersa in mare

Dall’impresa alla tragedia purtroppo rischia sempre di passarci pochissimo, specie se si hanno solo 16 anni e si è dispersi da soli nel bel mezzo di una tempesta nell’Oceano Indiano. E’ quello che sta accadendo in queste ore a Abby Sunderland, 16enne californiana partita da sola sulla sua imbarcazione ‘Wild Eyes’ con l’intento di essere la più giovane ad aver circumnavigato il globo senza soste.

Purtroppo però la ragazza si è trovata nel bel mezzo di una tempesta con onde di 9 metri e venti oltre i 60 nodi nell’Oceano Indiano, riuscendo quantomeno a mettersi in contatto con la famiglia prima che la comunicazione si interrompesse facendo perdere da giovedì (ore 13 italiana) ogni notizia sul suo conto: 'I genitori di Abby stanno usando ogni risorsa disponibile per cercare di organizzare un soccorso aereo in collaborazione col dipartimento di stato, la guardia costiera e varie organizzazioni internazionali’ queste le parole del portavoce della famiglia.

Leggi di Jessica Watson, Zac Sunderland e Mike Perham, altri giovani riusciti nell’impresa

Suo fratello Zac a 17 anni compì con successo la stessa impresa ed è così che in maniera lucida prova a raccontare quello che la sorella potrebbe star passando attualmente: ‘Quando ha chiamato a casa era in mezzo a una brutta tempesta. Stiamo ancora cercando di capire come organizzare il salvataggio. Ci sono due barche che si stanno dirigendo verso la sua posizione: una è a 40 ore di distanza e l'altra a 48. Stiamo cercando di capire se c'è un modo più veloce per arrivare da lei. E' nel bel mezzo del nulla nell'Oceano Indiano meridionale’. La tempesta finale però non è arrivata improvvisamente anche perché già nei giorni prima aveva scritto sul suo blog che la situazione era difficile: ‘Wild Eyes si è comportata alla grande dopo tutto quello che abbiamo passato, ma dopo un giorno con venti oltre i 50 nodi ho tanto lavoro da fare’. Gli stessi genitori giovedì, prima che si perdessero le tracce della ragazza avevano scritto: ‘Abby a bordo ha tutte le apparecchiature per sopravvivere ad una crisi come questa. Se riesce a rimanere calma e a tenere duro, l'aiuto sarà da lei il più presto possibile. Wild Eyes è progettata per viaggiare nell'Oceano Indiano meridionale e per raddrizzarsi in caso di capovolgimento. Ringraziamo tutti per il supporto, speriamo di avere presto buone notizie’.

I soccorsi sono partiti e si attendono notizie in queste ora che saranno sicuramente molte tese: la ragazzina potrebbe essere nella zona dell'Isola della Reunion, territorio francese ad Est del Madagascar, ma dopo una tempesta di questo tipo nessuno starà tranquillo fino a che non la vedrà.

Foto: Lapresse – skirt.com

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019