Excite

Ad Indianapolis Valentino cade, Lorenzo riapre il Mondiale

Tutti giù per terra! Anche questo potrebbe essere il titolo del Gran Premio di Indianapolis, una gara segnata da due scivoloni illustri, prima quello di Pedrosa che abbandona una splendido duello a tre ingaggiato dopo la classica partenza a razzo con Valentino e Lorenzo a macinare secondi insieme a lui, e poi quello di Valentino pochi giri dopo, subito dopo il sorpasso generoso subito da Lorenzo.

E così giù Dani e giù Vale per Lorenzo strada spianata fino alla fine e svantaggio di 50 punti da Rossi dimezzato, roba che neanche il Dottore si spiega: “Non ho capito bene cosa è successo, la moto è scivolata via e sono andato giù. Comunque Lorenzo andava davvero forte, lo sentivo dal rumore della sua moto, ma comunque è andata così”.

Si è andata così, e allora ci hanno pensato quelli dietro a dare spettacolo, a alla fine le belle sorprese per l’Italia arrivano comunque con Alex De Angelis che con la sua Honda satellite si piazza secondo davanti alla Ducati di Niky Hayden, che sembra aver finalmente capito come si parla alla sua Ducati, certo che le cadute hanno aiutato. Quarto Dovizioso dopo un gran duello con Edwards e Toseland, quinto e sesto.

E se la caduta di Valentino fa male al cuore fortuna che ci pensa Simoncelli a strapparci un altro sorriso, insieme a quello di De Angelis, che in 250 sbaraglia la concorrenza mettendosi dietro il giapponese Hiroshi Aoyama (Honda) e Alvaro Bautista (Aprilia). Quinto Roberto Locatelli con l'altra Gilera. Raffaele De Rosa (Honda) ha chiuso in 11/a posizione.

"Sono contentissimo perchè ieri era stato un giorno difficile - ha detto Simoncelli -, ma i ragazzi mi hanno aiutato a stare calmo a pensare e a non cambiare qualcosa che andava bene, infatti, oggi con delle piccole modifiche la moto andava molto bene". Sugli ultimi giri, aggiunge: "Ho provato a guadagnare terreno ma loro non si staccavano, allora ho detto 'ora faccio tre giri da qualifica', ci ho provato e ci sono riuscito".Ora il Mondiale è ancora possibile e lui ci pensa: "Adesso sì che ci penso al mondiale!".

    Ordine d'arrivo:
  • 1. Jorge Lorenzo (spa) Yamaha, in 47'13"592.
  • 2. Alex de Angelis (rsm) Honda, a 9"435.
  • 3. Nicky Hayden (usa) Ducati, a 12"947.
  • 4. Andrea Dovizioso (ita) Honda, a 13"478.
  • 5. Colin Edwards (usa) Yamaha, a 26"254.
  • 6. James Toseland (gbr) Yamaha, a 32"408.
  • 7. Loris Capirossi (ita) Suzuki, a 34"400.
  • 8. Mika Kallio (fin) Ducati, a 34"856.
  • 9. Toni Elias (spa) Honda, a 45"005.
  • 10. Daniel Pedrosa (spa) Honda, a 45"377.
  • 11. Chris Vermeulen (aus) Suzuki, a 45"478.
  • 12. Randy de Puniet (fra) Honda, a 52"294.
  • 13. Aleix Espargaro (spa) Ducati, a 1'03"552.
  • 14. Gabor Talmacsi (ung) Honda, a 1'15"086.

    Classifica mondiale:
  • 1. Valentino Rossi (ita) Yamaha, 212 punti.
  • 2. Jorge Lorenzo (spa) Yamaha, 187.
  • 3. Casey Stoner (aus) Ducati, 150.
  • 4. Dani Pedrosa (spa) Honda, 141.
  • 5. Colin Edwards (usa) Yamaha, 123.
  • 6. Andrea Dovizioso (ita) Honda, 120.
  • 7. Alex de Angelis (rsm) Honda, 88.
  • 8. Loris Capirossi (ita) Suzuki, 86.
  • 9. Randy de Puniet (fra) Honda 84.
  • 10. Marco Melandri (ita) Kawasaki, 79.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017