Excite

Addio ad Alberto Castagnetti, ct della nazionale di nuoto

Una notizia terribile per il mondo dello sport: è morto nella sua abitazione, Alberto Castagnetti, il commissario tecnico della Nazionale italiana di nuoto. Aveva 66 anni Alberto, alcuni problemi di cuore lo portarono ad operarsi giusto il mese scorso, ma qualcosa non ha funzionato e purtroppo lui si è spento nella sua casa di Arbizzano, frazione di Negrar (Verona), poco dopo che la moglie Isabella era uscita.

Guarda alcune foto di Alberto Castagnetti

Proprio il cuore lo ha tradito, quel cuore colmo di sport, di soddisfazioni, quel cuore che ad agosto era esploso di gioia vedendo Federica Pellegrini, l’ultimo dei suoi tanti successi sportivi, salire in cima al mondo e da lì ringraziarlo, per averla resa la donna che è adesso.

Prima atleta, stileliberista e staffettista partecipò ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e ai Mondiali di Belgrado 1973 conquistando numerosi titoli italiani e piazzandosi secondo nei 100 stile libero ai Campionati Assoluti di Napoli nel 1969. Vinse anche un argento nei Giochi del Mediterraneo del 1971 a Smirne nella staffetta 4x100 sl, prima di decidere di dedicarsi ai suoi ragazzi, prima di crescere generazioni di campioni.

Un grande amore per i ragazzi e lo sport, in primis in casa sua, dove con la moglie ha avuto 4 figli, e poi in vasca, dove per più di 20 anni ha cresciuto e insegnato agli atleti a diventare campioni, ha trasmesso la sua energia, la sua voglia di vivere, la sua passsione. Tra i tanti, tantissimi che si sono allenati con lui ci sono Giorgio Lamberti, Roberto Gleria, Marcello Guarducci, Domenico Fioravanti e poi lei Federica Pellegrini, l’ultimo fenomeno del suo vivaio che non sa come reagire alla notizia: “Sono scioccata, è una notizia che mi lascia sconvolta. La notizia – continua - si è rincorsa come un tam tam e in questo momento non trovo le parole".

A lei fa subito eco il Presidente del Coni Gianni Petrucci: "Sono choccato, incredulo, fatico a trovare le parole. In questo drammatico momento il mio primo pensiero è rivolto alla famiglia, alla quale a nome dello sport italiano porgo le più sentite condoglianze. Poi non è un mistero che Castagnetti era una persona che stimavo come uomo e come tecnico – continua -. Non sono io a dover ricordare i suoi successi e le medaglie che ha regalato allo sport italiano, che sono sotto gli occhi di tutti. Oggi abbiamo perso un campione al quale tutti dobbiamo riconoscenza per le emozioni che ci ha regalato. Addio Alberto, ci mancherai".

Anche la redazione di Excite si unisce alle condoglianze nei confronti della famiglia, si è spento un uomo di valore, di sport, e con lui tutto un mondo fatto di passione e volontà: guardando al futuro si può solo sperare che nascano altri uomini capaci di far grande lo sport come lo ha fatto lui. Addio Alberto…

 (foto © LaPresse)

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017