Excite

Alberto Menegatti, morto il campione italiano di windsurf: aveva 30 anni

  • Twitter

di Raffaele Natali

E' mistero sulle cause del decesso del campione italiano di surf Alberto Menegatti. L'atleta trentino è stato trovato morto nel letto della sua abitazione a Tenerife, dopo che i suoi compagni era stati preoccupati da un lungo ritardo. Ora si attendono i risultati dell'autopsia, ma le prime ipotesi parlano di un malore fatale.

Pochi mesi fa la scomparsa del surfista Ricardo Dos Santos

Tutto è avvenuto nella giornata di lunedì, quando i suoi amici si sono insospettiti per la mancata presenza del surfista nella sessione di training: recatisi nel suo appartamento hanno fatto la triste scoperta. Al momento non sono molti gli elementi a disposizione degli inquirenti che stanno cercando di capire quali siano state le cause della morte: in queste ore verrà effettuata l'autopsia sul corpo di Menegatti e nella giornata di domani si potrà fare maggiore chiarezza su quanto accaduto.

Alberto Menegatti era stato vicecampione del mondo nella specialità funboard nel 2013 ed aveva vinto cinque titoli a livello italiano, oltre essere stato campione europeo e mondiale ai tempi della juniores. Ora era alle prese con diversi infortunio che avevano compromesso i risultati nel 2014: si era recato alle Canarie proprio per riprendere l'allenamento, in vista dei prossimi impegni agonistici in programma da maggio.

Guarda il video con l'impresa di Alberto Menegatti

Il mondo del surf è rimasto sconvolto alla notizia, come si legge nell'accorato messaggio inviato dall'Associazione Windsurfer professionisti:

"Alberto mancherà tristemente a tutti quelli che l'hanno conosciuto. I nostri pensieri sono con la sua famiglia e gli amici in questo momento difficile".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018