Excite

Alex Zanardi, dall'esclusione della maratona di New York alla conduzione di "Sfide"

  • Facebook: Sfide

Zanardi non potrà partecipare alla maratona di New York con la sua "handbike", perchè ritenuto "troppo veloce".
Assurda la decisione presa dagli organizzatori della maratona più famosa del Mondo,come ha spiegato lo stesso Zanardi domenica scorsa alla manifestazione di Padova di Expobici:
"Mi è stata rifiutata l'iscrizione alla maratona di New York, perché vado troppo forte. La trovo una cosa assurda e spero che la New York runners association ritorni sui suoi passi.
Perché le regole che hanno messo quest'anno non hanno senso, è come se non si facessero le gare dei 100 e dei 200 metri perché vincono i giamaicani o perché invece la gente deve guardare solo il lancio del peso
".

Zanardi precisa che non si aspettava "tutto questo calore e questo affetto. Forse la gente ha capito che una volta correvo per me, adesso corro anche per la mia squadra, per i colori dell'Italia e per le tantissime persone che mi danno forza raccontandomi che hanno preso coraggio da me vivendo esperienze analoghe"

Paralimpiadi 2012: 28 medaglie per l'Italia. Zanardi protagonista

Dimenticata la maratona di New York, dal 1° ottobre, il fresco vincitore di due medaglie d’oro e di una medaglia d’argento alle Paralimpiadi di Londra 2012, condurrà "Sfide" (lo storico programma sportivo in onda su Rai3), una delle trasmissioni sportive più amate della storia RAI.
Giuto al 14° anno, il programma è caratterizzato dalle narrazioni avvincenti della voce fuori onda, che accompagna immagini, interviste, video inediti dei campioni dello sport, che hanno fatto della "sfida" una ragione di vita.

La prima puntata sarà dedicata a Gilles Villeneuve, indimenticabile campione di Formula 1, scomparso tragicamente l’8 maggio del 1982 a bordo della sua Ferrari, durante le qualifiche per il Gran Premio del Belgio.

Paralimpiadi: Super Zanardi, è oro nell'handbike

Poco più di un'ora fa si è conclusa la conferenza stampa del programma, alla presenza di Zanardi, di Simona Ercolani autrice del programma e di Antonio Di Bella, direttore di Rai3.

Incalzati dai giornalisti, Zanardi ha parlato dell'esempio di Pistorius, di Villenueve ("rappresentava qulcuno che ha ispirato il mio agire, che ha dato forma ai miei sogni, ad una persona che avuto la fortuna di vivever lo sport ad alti livelli") e di Simoncelli ("son convinto che i genitori sanno che il figlio ha vissuto da persona felice e ricordano con grande orgoglio la vita di questo ragazzo fantastico").

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018