Excite

Alinghi vs. New Zealand, equipaggi a confronto

Un team multinazionale (ma prevalentemente neozelandese!) contro il team nazionale kiwi. Un team esperto e rodato (Alinghi) contro un team giovane ma motivatissimo. Un team che ha lavorato 4 anni ma che ancora non ha scelto il 17 che saliranno in barca contro un team affiatato e rafforzato da una LV Cup vinta alla grande.

Ecco l'analisi dei team fatta dal sito ufficiale America's Cup.

Analizzare i due equipaggi prima dell’incontro non è facile, dal momento che il sailing team di Alinghi è ancora sconosciuto e che sarà ufficializzato soltanto alla vigilia delle regate.

Certo, considerando che Ed Baird è stato alla ruota in tutti i match di allenamento con i vari sparring partner, possiamo ipotizzare che sarà lui il timoniere titolare, così come saremmo sorpresi nel non vedere Brad Butterworth alla tattica, Warwick Fleury alla randa, Simon Daubney al genoa, Dean Phipps alle drizze o Murrey Jones in testa d’albero. Questo in fin dei conti, è il nocciolo duro che Russell Coutts aveva voluto con sé quando aveva lasciato Team New Zealand per emigrare verso Alinghi. Un nocciolo che ha vinto tre America’s Cup di fila, inanellando ben 15 match uno dietro l’altro (uno in più di Coutts che, per l’ultima regata contro Luna Rossa nel 2000, aveva lasciato il suo posto a Dean Barker, guardando le regate dal gommone).

Ci stupiremmo anche nel non trovare all’albero Cico Rapetti, l’unico italiano che fino a oggi ha vinto la Coppa (Alinghi 2003) e che è anche capitano della barca elvetica. Nicola ‘Ciccio’ Celon e Lorenzo Mazza, gli altri due fortunati velisti ‘nostrani’, entrati più recentemente a far parte del team, nutrono buone speranze: “Nessuno di noi conosce i nomi delle persone che comporranno l’equipaggio titolare per il match“, ha detto Celon, “e questo è un bene perché altrimenti sarebbe difficile mantenere la concentrazione e la tensione così a lungo. I team che formano l’equipaggio A e quello B commettono un errore, perché chiedono alla gente di dare il massimo per 4 anni pur sapendo che non saliranno mai a bordo e per me è impossibile“. Non si temono malumori il giorno della selezione? “No“, continua Celon, “perché siamo professionisti e sappiamo che qui da Alinghi funziona la meritocrazia; solo i migliori saranno a bordo“. Se anche non conosciamo i nomi dei velisti ‘titolari’, è chiaro che da Alinghi la cosa è abbastanza ininfluente, data l’esperienza di ognuno di loro.

Anche se a bordo della barca elvetica ci sono moltissimi kiwi, non esistono relazioni parentali con quelli della barca ‘nera’. Tra loro non corre buon sangue, figuriamoci ‘stesso sangue!”.

Dall’altro lato, sulla barca neozelandese, c’è sicuramente meno esperienza, in termini di ‘vissuto’ ma questo non significa necessariamente meno preparazione, anzi: qualcuno accusa Alinghi di non aver rischiato nuovi assetti, di non aver puntato sui giovani, preferendo i veterani alle nuove leve. Una scelta strategica che sicuramente il Defender ha fatto con cognizione di causa, non potendo permettersi di correre rischi inutili e non avendo tempo per far maturare le persone.

La nostra forza è proprio il team stesso, il fatto di avere una forte cultura, una comunione di valori e uno spirito che vanno oltre l’aspetto puramente professionale. Anche chi non è kiwi condivide al 100% la nostra passione e questo ci rende forti, determinati, uniti”, dice Dean Barker, che aggiunge: “Rispetto al 2003 questo è un team nuovo. Management, pozzetto, uomini, aspettative, tutto è diverso e per questo non c’è alcun senso di rivalsa nei confronti di Alinghi, solo una sana fame di vittoria”.

Nel team kiwi, invece, c’è un buon mix di giovani e ‘anziani’ di Coppa, con ben l’80% di velisti sotto i 40 anni (20 persone su 25) contro il 42% di Alinghi (15 su 36).

Il veterano di Alinghi è Jochen Schuemann (classe 1954); per ETNZ è Grant Dalton (classe 1957).

Lo skipper della barca svizzera è Brad Butterworth, che è anche tattico a bordo. Il manager della barca kiwi è Grant Dalton, che a bordo fa il jolly (volanti, sewer, drizze...).


Sondaggio: chi vincerà la Coppa?

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017