Excite

Alonso ci crede: ‘5 podi e vinciamo il Mondiale’

Sbarcati tutti a Singapore oggi si comincia con le prove del venerdì, buone solo per le chiacchere da bar e per cercare di intuire chi potrebbe essere maggiormente in forma e con la monoposto più rampante: fatto sta che ormai ci siamo quasi e Alonso è già entrato in clima ‘Gp decisivo’.

Possiamo avere una monoposto veloce ovunque nelle rimanenti gare – comincia lo spagnolo in conferenza stampa - Potremmo non avere la macchina più veloce nelle curve più lente o in termini di velocità di punta, questo è vero. Ma nel complesso abbiamo un pacchetto molto competitivo su tutti i tipi di circuito e in tutte le condizioni’.

Parola d’ordine, da qui alla fine, vietato sbagliare: ‘Tutto dipenderà dal set-up della monoposto e dagli aggiornamenti che possiamo portare. Se salissimo cinque volte sul podio potremmo essere molto vicini al titolo, nessuno tra i top team è stato costante sin qui. Webber ha una media di 14 punti per gara ed è in testa, il che significa che se finisse sempre al terzo posto nelle prossime corse coglierebbe più punti rispetto alla media con cui sta conducendo il Mondiale’.

C’è la possibilità che piova e, correndo di notte potrebbe essere un problema, ma l’asturiano non se ne cura: ‘Non ho una preparazione speciale per questa cosa, a parte rimanere legati al fuso orario europeo. Per quanto riguarda l'umidità, sarà molto alta. L'unico problema è la luce artificiale che modifica la visibilità: stiamo praticando altri sport di notte per allenare gli occhi a reagire velocemente in tali condizioni’.

E Massa? Il copione è sempre lo stesso: ‘Mi piace questo tracciato, spero di essere molto forte qui quest'anno. Qui abbiamo molte novità sulla monoposto: la pista è simile a quella di Monaco, serve tanto carico aerodinamico. Credo che saremo competitivi. Io salirò sulla macchina per vincere: posso ancora conquistare il Mondiale anche se sembra difficile. E' il miglior atteggiamento possibile, non solo per me ma anche per la squadra. La pioggia? Qui sarebbe davvero una preoccupazione, renderebbe la gara una lotteria. Dobbiamo comunque essere pronti a ogni eventualità – e conclude-. E' difficile dire quali delle prossime gare saranno positive per noi. L'importante è essere il più costanti possibile, cercheremo di analizzare la situazione gran premio dopo gran premio’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019