Excite

Alonso è deciso a portarsi a casa il Gp di Spagna!

Basta così, questa volta Alonso è categorico: ‘Voglio riprendere la leadership del campionato mondiale il più presto possibile’. E quale banco di prova migliore per il pilota asturiano se non che il Gran Premio di casa sua, quella Montmelò che lo ha visto crescere e sul quale lui prova un feeling tutto particolare.

In più ci sono tante modifiche apportate alla macchina anche se c’è da dire che quelle le hanno fatte un po’ tutti in questi giorni di avvicinamento all’Europa, e quindi messa da parte l’affidabilità della vettura è ora di pensare a tornare a vincere: ‘Abbiamo apportato delle piccole modifiche - spiega Alonso nella conferenza Fia - e dei miglioramenti per il motore. Non si tratta di modifiche drammatiche e non abbiamo nessun timore per quanto riguarda l'affidabilità. Domani proveremo l'ala soffiata, sarà importante per valutare se usarlo o no in gara e nelle qualifiche. E' una gara dalle intense emozioni per me. Qui come a Valencia sogno di vincere. Quest'anno – ha aggiunto anche Alonso - anche quella di Monza sarà una gara speciale per me e per la mia squadra’.

Ma non c’è solo Alonso perché anche l’altro ferrarista Felipe Massa non ha intenzione di perdersi questa occasione, perché sì sarà pure il circuito preferito di Alonso, ma piace parecchio anche a lui, ed in casa Ferrari è finito il tempo degli sconti: ‘Gli spagnoli sono molto simpatici con me e conosco molto bene questa pista. E' una pista che tutti conoscono e noi abbiamo una macchina sicuramente competitiva. Abbiamo dimostrato alla prima gara di essere in grado di lottare per la vittoria, ma anche nelle altre gare eravamo competitivi per una buona posizione. E' vero però che dobbiamo lavorare ad ogni gara per portare delle modifiche e aumentare le performance. L'ala soffiata? Dobbiamo provarla in pista per vedere quanto ci darà. Dobbiamo andare un po' meglio in qualifica, è importante per fare una gara consistente’.

Infine una battuta su Schumi, che Massa è certo risorgerà: ‘Se chiedono ad un tennista o ad un calciatore di tornare dopo tre anni non credo che possano vincere un torneo del grande slam o il pallone d'oro. Ha fatto una carriera incredibile. Tornare è sempre un rischio, ma è importante dargli un po' di tempo, il talento è intatto. Credo che possa migliorare più avanti. Ma potrebbe anche non succedere’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019