Excite

Alonso si appella alla fortuna per Valencia

  • Foto:
  • ©LaPresse

La fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo’. Così si dice quando le cose vanno davvero male, un po’ come è accaduto a Fernando Alonso nell’ultimo Gp del Canada, e dovendo voltare pagina in attesa di scendere in pista a Valencia nel Gp d’Europa il ferrarista si affida ad un po’ di buona sorte.

Button vince in Canada, Alonso ko

È un appuntamento importante per la Ferrari e per me, che avrò un'altra opportunità di poter correre davanti al mio pubblico - ha detto Alonso sul sito della Ferrari - a dire il vero non sono mai stato troppo fortunato da quando questa gara si corre sul circuito cittadino di Valencia, in particolare lo scorso anno quando, nonostante una macchina molto competitiva, finii all'8° posto’.

Calendario e piloti, tutto quel che c’è da sapere sul Mondiale 2011

Fortuna sì, fortuna no…. Certo che dopo Montreal ci si aspetta anche che la ruota giri un po’: ‘Tutti però si ricordano quello che accadde con l'uscita di pista della safety-car – ricorda Alonso - e non vale certo la pena tornarci sopra. Sono sempre dell'idea che sfortuna e fortuna si compensino alla fine della stagione e magari questa legge non scritta vale anche per le piste: allora diciamo che mi farebbe piacere che quello che la sorte ci ha tolto lo scorso anno ce lo restituisca adesso – continua il due volte iridato - Del resto, anche in questo inizio di stagione sembra che la sorte non ci sia favorevole: a Montreal, in gara, non ce n'è andata dritta una. So che c'è tanta attesa da parte dei nostri tifosi per la prima vittoria della stagione e vi assicuro che anche per noi è la stessa cosa. Nelle ultime due gare abbiamo dimostrato chiaramente di avere il potenziale per vincere e, soprattutto a Monaco, ci siamo andati molto vicini anche se credo che anche in Canada avremmo potuto lottare fino in fondo, considerato quello che si era visto in qualifica’.

Le buone notizie sono che questa pista possa essere abbastanza nelle corde della Ferrari, per caratteristiche infatti potrebbe aiutare i piloti a trovare subito il gousto feeling con la F-150° Italia: ‘Andiamo su un tracciato che ha delle caratteristiche abbastanza simili a quello di Montreal e non ci dovrebbero essere apparentemente dei motivi per cui non essere competitivi anche lì – conclude Alonso - la 150° Italia sarà sostanzialmente nella stessa configurazione che abbiamo visto nell'ultima gara e la novità più grande sarà il debutto ufficiale della gomma a mescola media prodotta dalla Pirelli, che sarà accoppiata a quella supermorbida. Durante l'inverno avevamo potuto provare diverse volte questo pneumatico ma adesso sarà tutta un'altra cosa, visto che la differenza di temperatura rispetto ai test di febbraio e marzo sarà di una ventina di gradi e che le caratteristiche del tracciato di Valencia non sono certo paragonabili nè a quelle di Jerez o di Barcellona nè tantomeno a quelle del tracciato permanente di Cheste, situato ad una ventina di chilometri dal centro città’.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017