Excite

Altro brivido al Giro, cade Slagter. Tappa e maglia a Weening

A vederlo steso a terra in quella maniera tutti hanno rivisto nella propria mente le immagini del dramma di Weylandt, morto appena due giorni fa a seguito di una brutta caduta, ma per fortuna all'olandese Slagter (Rabobank) è andata molto meglio. E’ rimasto a terra insanguinato con quando un uomo dello staff dell'Euskaltel lì accanto a sbracciarsi, poi l’intervento dei medici, il caschetto tagliato, ma per fortuna l’immagine del ciclista che riprende conoscenza.

Guarda il video dalla diretta di ieri: la caduta e i soccorsi

La dinamica dell’incidente di oggi riguarda un errore di valutazione nel prendere la borraccia ed un contatto leggero, ma quanto basta per far perdere il controllo della bici al ciclista che alla fine se la caverà con lui frattura dello zigomo, evitando il peggio grazie al casco che ne ha attutito l’impatto, fatto sta che la paura è tanta e cresce giorno dopo giorno.

Le cronache delle tappe e gli aggiornamenti: tutto ciò che c’è da sapere sul Giro d’Italia 2011

Ecco le tappe del Giro d’Italia 2011

Un problema di strade secondo alcuni come per Danilo Di Luca: ‘Avrei fatto bene se ci fosse stata la strada asfaltata. Ma sullo sterrato non è ciclismo, io ho finito senza sella e con le gambe ammaccate senza neanche cadere. Pensate cosa sarebbe accaduto se fossi finito a terra’. Per altri invece, come Petacchi ci vorrebbe maggior coscienza, specie da parte dei più giovani: ‘Di questi tempi, rispetto a quando ho iniziato io, c'è meno rispetto da parte dei nuovi, che talvolta rischiano troppo per guadagnare qualche posizione’.

Insomma tra sterrato e strada normale è stata comunque una bella tappa vinta dall’olandese Pieter Weening che nei km finali allunga su tutti prendendosi pure la maglia rosa, con Nibali però appena dietro di lui a testare le sensazioni dello stare davanti anche se poi dichiarerà: ‘Ma non è stato proprio un attacco sono stato davanti soprattutto per non correre rischi’. Contador intanto continua con la sua politica attendista, sempre lì a guardare da vicino e a preoccupare tutti…

    ORDINE D'ARRIVO:
  • 1- Pieter Weening (Rabobank)
  • 2 - Fabio Duarte (Geox) a 8''
  • 3 - José Serpa (Androni) a 8''
  • 4 - Christophe Le Mevel (Garmin) a 8''
  • 5 - Oscar Gatto (Farnese Vini) a 8''
  • 6 - Vincenzo Nibali (Liquigas) a 8''
  • 7 - Alberto Contador (Saxo Bank) a 8''
  • 8 - Michele Scarponi (Lampre) a 8''
  • 9 - Joaquin Rodriguez (Katusha) a 8''
  • 10 - Roman Kreuziger (Astana) a 8''

    CLASSIFICA GENERALE:
  • 1 - Pieter Weening (Rabobank)
  • 2 - Marco Pinotti (HTC-Highroad) a 2''
  • 3 - Kanstantin Sivtsov (HTC-Highroad) a 2''
  • 4- Christophe Le Mevel (Garmin-Cervélo) a 5''
  • 5 - Pablo Lastras (Movistar) a 22''
  • 6 - Vincenzo Nibali (Liquigas) a 24''
  • 7 - Michele Scarponi (Lampre) a 26''
  • 8 - Steven Krujjswijk (Rabobank) a 28''
  • 9 - Alberto Contador (Saxo Bank) a 30''
  • 10 - José Serpa Perez (Androni) a 33''

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020