Excite

Americas’Cup, Oracle tenta l’ennesimo rinvio

Non se ne può davvero più. Altro tassello nella vicenda che riguarda la Coppa America, fino a poco fa prevista dall'8 al 12 a Valencia. Sembrava infatti che finalmente, dopo 2 anni di cause e processi, fosse tutto a posto e si potesse correre la gara tanto attesa, ma così non è, infatti Oracle è tornata all’attacco.

Leggi l’articolo sulla nuova ala montata da Oracle

La nuova causa scatenante dello stop sarebbero le vele della barca svizzera Alinghi, Oracle infatti accusa l’imbarcazione elvetica di montare vele prodotte negli States, mentre il regolamento imporrebbe l’utilizzo di soli materiali prodotti in Svizzera. Dal canto suo Alinghi, secondo le regole del Deed of Gift, ribatte sottolineando che le questa regola vale solo per lo scafo: ecco quindi che ancora una volta i due team si trovano in disaccordo e questo rischia di far saltare nuovamente la competizione.

A questo punto davvero non si capisce più cosa stia succedendo: l’ipotesi più plausibile è che Oracle, che ha deciso di montare un nuovo tipo di tecnologia che consiste in un’ala al posto delle classiche vele, non sia pronta per la competizione e che cerchi in tutti i modi di rinviare una gara che allo stato attuale delle cose sarebbe a senso unico: quale sia la verità non si sa, il punto è che la gara rischia di saltare, insieme ai nervi di tutti quelli che aspettano anche troppo pazientemente.

 (foto © LaPresse)

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017