Excite

Amnesty Italia, una guida su Pechino e sui diritti violati dalla Cina

Agli atleti che si recheranno a Pechino in occasione delle Olimpiadi sarà distribuita una particolare guida. Preparato da Amnesty Italia l'opuscolo avrà una doppia faccia. Da un lato elencherà dettagliate informazioni turistiche e culturali su Pechino, dall'altro tutte le violazioni dei diritti umani di cui si è macchiata la Cina.

"Vogliamo che gli atleti in partenza per Pechino siano 'viaggiatori consapevoli' e conoscano il paese in cui si stanno recando per prendere parte alle Olimpiadi sotto ogni punto di vista - ha affermato Paolo Pobbiati, presidente di Amnesty Italia - vogliamo che gli atleti sappiano che la Cina presenta ancora oggi gravi problemi nel campo dei diritti umani e che la promessa di migliorare la situazione dei diritti umani in cambio dell'assegnazione dei Giochi olimpici di quest'anno, fatta nel 2001 dal Comitato promotore di Pechino 2008 di fronte al Comitato olimpico internazionale, è rimasta largamente disattesa".

La guida, realizzata in collaborazione con la Commissione nazionale atleti del Coni, sarà distribuita ai 350 atleti italiani che parteciperanno alle Olimpiadi. All'interno del piccolo manuale, oltre ai luoghi più belli del Paese, sarà possibile trovare i luoghi teatro di violazione dei diritti umani. Dalle sede centrale del Quotidiano del Popolo e della Televisione centrale cinese, simboli della censura imposta dalle autorità cinesi, alla sede della Corte suprema e alla nota piazza Tiananmen, dove nel 1989 fu duramente repressa la manifestazione degli studenti cinesi.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017