Excite

Anche Massa risponde presente: ‘Pronto per Singapore’

Avanti tutta, dopo Stefano Domenicali anche Felipe Massa rilancia le rosse in vista del Gp di Singapore, gara fondamentale, come tutte le ultime che verranno, per stabilire chi sarà il campione dl mondo in questo campionato ad eliminazione dove sono in 4 a giocarsela fino all’ultima gara: Hamilton, Alonso, Webber e buttiamo dentro anche Button.

Guarda le foto del tripudio Ferrari nel Gp d’Italia

Massa comincia parlando della sua stagione divisa tra alti e bassi: ‘E' un bilancio medio. Un po' di gare negative, sicuramente, però devo dire che nelle ultime 4-5 il bilancio è stato abbastanza positivo per la Ferrari’ – comincia così la sua intervista sul sito della Ferrari - Forse siamo la squadra che ha fatto più punti degli altri nelle ultime 4 gare, dimostrando che siamo cresciuti tanto durante il campionato e adesso abbiamo ancora cinque gare che sono molto importanti e speriamo di continuare nella direzione delle ultime’.

Sono ancor più dispiaciuto ed anche un po' incazzato per quelle tre gare dove potevamo fare buoni punti, ma in Canada ho avuto subito un incidente e poi anche alla fine; a Valencia abbiamo avuto un problema con la safety car e anche lì potevamo fare buoni punti con entrambe le macchine. Infine anche a Silverstone potevo farli, ma non ci siamo riusciti. Alla luce di tutto ciò, guardando anche quanto ho combattuto potevo essere in buona posizione’.

Si passa poi a parlare di Singapore, un Gp cittadino del tutto paragonabile a Monaco, tanto che proprio questo circuito è usato per avere dei termini di paragone su come assettare la macchina, e allora via con le similitudini: ‘E' molto, molto difficile: un giro vuol dire due giri a Monaco, con tante curve una dietro l'altra, e poi si corre dentro la città, con un gran caldo e si corre alla sera. C'è una differenza grande con i circuiti che conosciamo, ma mi è piaciuto molto nel 2008’. Da lì di cose ne sono cambiate, l’ultima modifica alla sua monoposto in ordine cronologico è un telaio nuovo: ‘Non cambia niente, le macchine sono uguali, i telai sono uguali. Per la pista di Singapore dobbiamo guardare a Monaco, sono più o meno nella stessa direzione, sono due circuiti cittadini e a Monaco non era una gara brutta per noi, tutto ha funzionato bene e penso che possiamo essere competitivi anche qui. Dobbiamo, però, stare attenti alla Red Bull che ha fatto quasi tutte le pole e anche alla McLaren, che certe volte va più forte ed altre meno’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019