Excite

Ancora Contador, suo anche il Nevegel

Fine dei giochi. Altra ipoteca di Alberto Contador su questo Giro d’Italia 2011, questa volta nella cronoscalata da Belluno al monte Nevegal, dove nessuno gli sta dietro, nemmeno i due nostri azzurri speranzosi oggi in un miracolo che non è arrivato, Nibali e Scarponi.

Le cronache delle tappe e gli aggiornamenti: tutto ciò che c’è da sapere sul Giro d’Italia 2011

Ecco le tappe del Giro d’Italia 2011

Ecco le squadre di Giro d’Italia 2011

Sì perchè lo spagnolo spinge come un treno in tutti i settori, cominciando dal centro storico di Belluno fino al Ponte della Vittoria (Fiume Piave), poi la salita fino al rilevamento cronometrico di Caleipo (km 5.350), ed infine l’ultima parte fatta di 4.5 km di tornanti sempre sopra il 10% e con punte prolungate al 14%, fino all’arrivo ai 1047 m del Nevegal.

Ebbene dicevamo uno strapotere che si manifesta sul cronometro tradotto in un tempo di 28.55 che vuol dire aver rifilato a Vincenzo Nibali la bellezza di 34 secondi, nonostante il siciliano si sia impegnato al massimo come aveva detto: ‘Ci sto provando a batterlo’, e 38 secondi a Michele Scarponi, giunto terzo. Contador in buona sostanza è incontenibile, e non c’è fatica che riesca a scalfirlo su queste Dolomiti sulla quali sembra essere cresciuto.

A questo punto il Giro d’Italia non sembra proprio che gli possa sfuggire, si vedrà cosa accadrà domani in un’altra tappa di alta montagna, su un percorso di oltre 230 chilometri da Feltre a Tirano con gli acuti del passo del Tonale e dell'Aprica, intanto Contador in classifica generale ha accumulato 4’58’’ su Scarponi e 5’45’’ su Nibali… provate a prenderlo.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019