Excite

Armstrong bloccato in aeroporto! Lo salva Twitter

Povero Armstrong, fermato pure alla frontiera del Sudafrica, ma per fortuna che c’è Twitter. Il ciclista 38enne della Radioshack è stato infatti fermato dalla polizia al suo arrivo in Sudafrica, il motivo? Molto semplice, troppe poche pagine disponibili nel suo passaporto per convalidare il suo visto e lasciarlo entrare a Città del Capo.

E così, relegato in aeroporto Armstrong, che si è recato in Sudafrica principalmente per partecipare alla Cape Argus, il 14 marzo, la più lunga gara ciclistica cronometrata individualmente al mondo, ha pubblicato un messaggio su Twitter nel quale spiegava cosa stava accadendo, suscitando la rivolta dei suoi fans che sono letteralmente venuti a salvarlo in aeroporto.

E così Lance è riuscito ad entrare in Sudafrica grazie al polverone alzato dai suoi sostenitori che poi ha ringraziato ovviamente di persona e su Twitter, aggiungendo poi: ‘Bene, sono riuscito ad entrare in Sud Africa, non è stato il più amichevole dei benvenuti, ma ovunque noi tutti conosciamo ufficiali dell'immigrazione così’. Ora per lui si prospetta un’agenda fitta di impegni: prima della gara del 14 marzo, alla quale l’anno scorso parteciparono 350.000 iscritti da tutto il mondo, il 9 marzo parteciperà ad un banchetto per raccogliere fondi in favore del JAG, ente che si occupa di giovani e sport, ed il 10 parteciperà ad una corsa di 100 km in bicicletta, il tutto in compagnia del suo amico e compagno di squadra alla Radioshack, Impey, 25 anni e sudafricano.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019