Excite

Atletica, agli Indoor di Torino nuovo record nel salto triplo

Gradi emozioni si stanno vivendo a Torino in questi giorni, emozioni che portano la firma dei talenti azzurri dell’Atletica. Si stanno infatti svolgendo a Torino, per la decima edizione in questa città, la 40esima in assoluto, i Campionati Italiani di Atletica Indoor: 520 iscritti e già giornate ricche di record e grandi prestazioni utili per valutare lo stato degli atleti in vista delle prossime Olimpiadi di Londra 2012.

Molto bene Fabrizio Donato, l’atleta delle Fiamme Gialle che oggi ha stabilito il primato italiano del salto triplo indoor ottenendo la misura di 17.42 nella finale degli Assoluti di Torino, battendo il precedente record di 17.33 fissato, sempre da lui, il 5 febbraio 2006 ad Ancona. "Sono emozionato - ha ammesso Donato dopo la gara -. E' il mio terzo record, e già il secondo salto nullo di pochissimo, era da primato. Finalmente ho avuto tregua dall'ernia inguinale. Dopo tanti problemi fisici, vinco e mi tolgo le mie soddisfazioni. Il mio tecnico Pericoli ha scelto di dedicarsi soltanto a me, e di ciò non posso che essergli grato. Ho saputo interpretare al meglio le sensazioni di questa pedana rialzata. Per gli Europei di marzo, che si svolgeranno qui a Torino, spero anche in un pò di fortuna".

Bene anche Antonietta Di Martino, che fa salire l’asta del salto in alto a 2,01, non riuscendo a superare questo ostacolo ma con sensazioni molto positive sul suo stato di forma: "Non saltavo da Pechino. Qui volevo vedere come sarebbe andata. Questa misura come esordio è un buon auspicio per gli Europei. Dopo le Olimpiadi, sentivo proprio il bisogno di una pausa da tutto, di un po' di tempo solo per me. Penso che questo periodo di stop tutto sommato mi abbia aiutato a trovare nuove motivazioni e una maggiore consapevolezza. Sono reduce da un infortunio, il distacco legamento collaterale dal piede di stacco, da cui a quanto pare mi sto riprendendo bene. Pensando che ho provato una rincorsa appena due settimane fa, oggi non mi aspettavo già questa misura. In particolare alla terza prova a 2,01 ho avuto buone sensazioni. Prima degli Euroindoor, continuerò i miei allenamenti tra Salerno e Formia."

Nella 3 km di marcia femminile applauditissimo assolo di tacco e punta per l'olimpionica medaglia di bronzo Elisa Rigaudo che chiude in 12:40.75. "Qui non mi importava del tempo - commenta la marciatrice delle Fiamme Gialle - ero venuta per il titolo. A Saluzzo stiamo facendo un bel lavoro di gruppo, grazie anche all'arrivo di tanti giovani innesti insieme a cui si è creata una bella atmosfera di reciproco stimolo."

E per concludere Fabio Cerutti, che con uno scatto bruciante, pensate solo alla partenza in 0.137, nonostante la prima falsa, nella specialità della velocità è un passo avanti a tutti gli altri: "Ho fatto la mia partenza. Visto che ero davanti, ho detto perché non tirare fino alla fine. Abbiamo finalizzato la preparazione agli Europei Indoor. Il tempo l'ho fatto in semifinale, adesso bisogna vincere il titolo italiano." Il 6.55 di Cerutti rappresenta al momento la terza prestazione stagionale a livello europeo e la nona mondiale.

Insomma grande sport a Torino per questa manifestazione che oltre a mettere in luce nuovi talenti nel palinsesto dell’atletica italiana sta portando alla luce anche i tanti miglioramenti degli atleti che si devono preparare fisicamente e mentalmente a portare sul podio più alto del molto i colori della nostra bandiera.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017