Excite

Atletica: Olimpiade maledetta per Liu Xiang, nuovo infortunio

  • Infophoto

Le Olimpiadi, a volte, possono essere stregate. Lo sa bene Liu Xiang, il cinese, campione olimpico sui 110 ostacoli ad Atene 2004. A Pechino non c'era, o meglio fu costretto al ritiro poco prima di prendere il via per un problema fisico. Oggi all'Olympic Stadium di Londra era pronto a riscattarsi, ma il destino, ancora una volta, gli ha detto di no.

Liu Xiang commuove Londra, zoppicando raggiunge il traguardo

Liu Xiang è caduto durante la sua batteria ed è stato eliminato. Inciampato al primo ostacolo è rimasto a terra e ha lasciato lo stadio toccandosi il tallone destro e zoppicando. Ma proprio mentre era nel tunnel è tornato indietro per salutare degnamente le Olimpiadi. Il campione cinese è tornato in pista e, zoppicando, ha percorso il rettilineo finale su una gamba sola. All'ultimo ostacolo si è inchinato e lo ha baciato, poi, sorretto dai due rivali, il britannico Andrew Turner e lo spagnolo Jackson Quinonez, ha raggiunto gli spogliatoi seduto su una sedia a rotelle.

Il tendine d'Achille lo ha tradito ancora una volta, ma lui non si è arreso. "Mi dispiace per Liu Xiang, sono triste per lui", ha detto il numero uno dell'atletica, Usain Bolt. "Posso immaginare come Liu si senta - ha detto il giamaicano - è dura che ti capiti una cosa del genere per la seconda volta. Una delle cose più incredibili è che era riuscito a tornare ad alto livello dopo quanto gli era successo, e aveva anche cambiato il proprio modo di correre invertendo la gamba 'di avvio'. Comunque rimane un grande campione".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019