Excite

Basket, a giungo negli Usa una lega solo per bianchi

Una trovata che sicuramente è destinata a far parlare di sé, è l’ultima bomba che arriva che dal Campionato di basket americano dove, in faccia all’uguaglianza delle razze, qualcuno sta pensando di far nascere un campionato alternativo all’Nba riservato ai soli bianchi. Il progetto si chiamerebbe ‘All-American Basketball Alliance’ e rischia di partire a giugno, come è stato comunicato sul 'The Augusta Chronicle', una lega che non ammette neri in campo e che anzi vede nel suo fondamento una regola molto chiara: ‘per diventare eleggibili dalle nostre squadre devono essere nati negli Usa ed avere entrambi i genitori di razza bianca caucasica’.

Questo campionato inizialmente si sarebbe dovuto svolgere ad Augusta in Georgia, e si sarebbe dovuto comporre di 12 squadre dell'Aaba, ma il sindaco della città Deke Copenhaver, visto il polverone che la vicenda sta sollevando ha pensato bene di fare un passo indietro: ‘Sono un grande sostenitore della validità delle leghe professionistiche minori. Però, in tutta coscienza, non posso appoggiare un'iniziativa che va contro lo spirito di integrazione per promuovere il quale stiamo lavorando duramente’.

Don Lewis però, l’artefice di tutto questo e promoter dell’Aaba, tira dritto per la sua strada: ‘non c'è spazio per l'odio e il razzismo in ciò che stiamo facendo. Il problema è che in America, ed in particolare nello sport, i veri americani, e quindi i bianchi, stanno cominciando ad essere una minoranza. Ecco allora che noi diamo loro la possibilità di giocare in un campionato di basket, quello dei fondamentali che a loro piace, che è ben diverso dallo 'street ball' praticato dalla gente di colore’.

Che i neri facciano da padroni in Nba ormai palese, ma il motivo è semplice, hanno doti atletiche e tecniche innate che li rendono più forti; ma non è neanche tanto questo che infastidisce Don Lewis, quanto, a suo parere, la poca sicurezza nei palazzetti: ‘uno va alla partita e deve aver paura di essere minacciato e perfino attaccato sugli spalti. La cultura dominante di oggi è questa, ma dobbiamo avere il diritto di muoverci verso una direzione migliore. I bianchi nel basket sono una minoranza, e bisogna dare una nuova chances a queste persone’.

L’Aaba intanto prende sempre più forma e, nonostante le minacce ricevute, pagata l’iscrizione a giugno con tutta probabilità comincerà: ‘La gente capirà e appoggerà un prodotto nel quale può identificarsi. Parlo di una minoranza, ma vedrete che funzionerà’, parola di Don Lewis.

 (foto © LaPresse)

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017