Excite

Basso tira due somme sul Tour fino ad ora

Iniziano a tirare le somme i big di questo Tour de France e tra quelli che sono attesi ma che ancora non hanno parlato troppo c’era di sicuro Ivan Basso che ha atteso il giorno di risposo per iniziare a fare una stima della corsa fino gialla fino ad adesso: ‘Anche per mie responsabilità ho perso per strada qualche secondo di troppo - racconta Basso -. Fin qui non siamo stati come volevamo, però anche dopo ieri non è cambiato niente. Siamo tutti vicini’.

Guarda tutte le tappe del Tour de France 2010

In effetti il ritardo in classifica di 2'41’’ dalla maglia gialla Cadel Evans non è incolmabile, specie anche in virtù di quello che abbiamo visto fin’ora in questo Tour fatto di pavè, cadute e cani che attraversano la strada. C’è da dire che qualcosa di diverso rispetto al Giro d’Italia c’è, forse già pesa l’assenza di Vincenzo Nibali che qualche mese fa tirava e lo aiutava in ogni sua azione, ma forse bisogna solo aspettare per vedere sui Pirenei le azioni della Liquigas. Una parola su Lance Armstrong poi naturalmente è d’obbligo: ‘Era venuto al Tour determinato e invece ora, a meno di un clamoroso colpo di scena o di una tappa come L'Aquila, penso sia tagliato definitivamente fuori. Prima di Parigi, però, sono certo che si inventerà qualcosa’.

Il clima poi sta facendo impazzire tutti, compreso Alberto Contador che se l’anno scorso fu protagonista di ogni tappa quest’anno sembra aver perso quello strapotere, colpa del caldo forse: ‘Ma quella di ieri non è stata una tappa da giudizio universale – conclude Ivan Basso -. Quel che preoccupa davvero è il caldo: ieri, per la prima volta nella mia vita, guardando il computerino ho visto segnato 41 gradi. Se andremo sui Pirenei con questo clima, ci troveremo a pedalare sui carboni ardenti’.

Oggi intanto il Tour riprende con Morzine-St. Jean de Maurienne di 204 chilometri pronti per vedere che accadrà su Col de la Madeleine, una salita impegnativa che apre la strada ad una discesona che porta al traguardo dove, tanto per mettere il dito nella piaga, Nibali sarebbe stato una manna dal cielo.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019