Excite

Bernie sta con la Ferrari, e Alonso ora ci crede!

Anche Bernie Ecclestone, patron delle Formula 1, interviene sulla vicenda del sorpasso tra Ferrari del Gp di Germania. Fattaccio sul quale è atteso il verdetto della Fia per il 10 settembre ma per la quale la Ferrari è già stata multata con un’ammenda da 100 mila dollari in quanto considerato come un ordine di scuderia, vietato dall'attuale regolamento.

Devo confessare che sarei d'accordo con chi pensa che sarebbe il caso di abolirlo - ha affermato Ecclestone in una dichiarazione riportata da Metro.co.uk. - Credo che ciò che fanno i componenti all'interno del team, e come gestire il loro team, spetti a loro. – per quanto riguarda gli ordini di scuderia - Non lo so, dovremo vedere. È qualcosa che deve essere discusso; per quanto mi riguarda una squadra è una squadra, e spetta a loro decidere come devono correre e come farla funzionare’.

Chi invece gongola del risultato e guarda soltanto avanti è Fernando Alonso: ‘Tutte le vittorie sono speciali, ma questa ottenuta in Germania ha un sapore particolare - ammette Alonso - ho provato grande emozione, soprattutto pensando a tutta la gente che ha lavorato tanto duramente a Maranello per raggiungere questa fantastica doppietta. Nessuno ha mai mollato e so quanta soddisfazione abbia dato alla squadra vedere due Ferrari tagliare il traguardo davanti a tutti i nostri avversari: era un mese che ci eravamo ripromessi di portare almeno un successo a casa prima della pausa estiva’.

Domenica intanto c’è Budapest e la rossa cerca conferme: ‘Domenica sarà una gara impegnativa dal punto di vista fisico e mentale - conclude lo spagnolo - è importante non lasciarsi prendere dalla foga e strafare perché gli errori si pagano a caro prezzo, soprattutto in qualifica. Dovremo dare il nostro meglio per cercare un altro weekend perfetto, fin da giovedì. I giochi nel Mondiale sono ancora aperti: l'ho già detto, i conti si fanno solo alla fine’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019