Excite

Bolt si autoelimina: il campione del mondo dei 100 è Yohan Blake

Chi poteva battere Usain Bolt se non che Bolt stesso? Oggi ai Mondiali in corso di svolgimento a Daegu andava in scena la gara più attesa, i 100 metri, con il fenomeno Usain Bolt atteso a fare la solita impresa, o almeno così aveva lui stesso pronosticato: ‘Vincerò come sempre’. Ma questa volta qualcosa si è inceppato: il suono che arriva troppo presto, la tensione o la troppa poca tensione, fatto sta che il campione olimpico, ed ormai ex campione del mondo dei 100 metri fa cilecca e da solo combina un casino che si chiama falsa partenza: eliminato!

Usain Bolt, 9.69 sui 100 metri

Bolt è fuori dai 100 metri, e con anche Powell e Gay assenti la nuova leva quasi non ci crede. Si scatena così in pista un altro baby fenomeno, ancora jamaicano, ovvero Yohan Blake, 21 anni, che si è imposto in 9''92 davanti allo statunitense Walter Dix (10''08) e al 35enne nevisiano Kim Collins (10''09), tutta gente che pensava di gareggiare al massimo per il secondo posto.

Neanche a dirlo letteralmente fuori di sé dalla felicità il nuovo re giamaicano della velocità Blake, graziato naturalmente dal passo falso di Bolt a cui prima della gara aveva anche fatto il verso mimando ‘sono a tanto così da te’ con le dita, e che scoppia all’arrivo: ‘È una sensazione meravigliosa – racconta ai microfoni Rai e poi si rivolge a Bolt -. Sono dispiaciuto per quanto gli è successo. Ho dovuto ritrovare la concentrazione ed essere bravo dopo la falsa partenza. Ora però penserò a divertirmi, sono campione del mondo, non ho più parole’.

A tante gioia fa da contraltare la delusione del francese Christophe Lemaitre che, con il tempo di 10''19 chiude al 4° posto: per un niente sarebbe potuto diventare il 1° bianco della storia su un podio dei Mondiali.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020