Excite

Bolt vince, ma non convince. Bravo Howe

Non è stato il solito Usain Bolt, ma nonostante questo è tornato a vincere e lo ha fatto a Roma dove ieri notte si è svolto il Golden Gala, del lui è stato protagonista assoluto con la gara dei 100 metri insieme a Powell e gli altri super velocisti.

Usain Bolt, 9.69 sui 100 metri

Dicevamo, nonostante qualche incertezza, specie nella fase iniziale e tanto nervosismo, dovuto al fatto che erano 9 mesi che non correva, Bolt nel finale è più forte di tutti chiude davanti in 9’’91 (lontano dal suo 9’’58) precedendo il connazionale Asafa Powell, in 9’’93 ed il sorprendente francese Christophe Lemaitre, in 10’’00 e per la cronaca un bianco (roba da metti se ci pensate).

Usain Bolt, 19.30 e record del mondo sui 200 metri

Ringrazio il pubblico - ha detto Bolt ai microfoni Rai contento a metà - ho fatto tutto per loro, mi hanno incoraggiato in maniera eccezionale. E' stata una gara che ho affrontato nella maniera sbagliata, ma l'importante è essere riuscito a vincere’. Motivato invece a fare sempre meglio Asafa Powell, che su questi tempi se la può giocare: ‘Ero troppo focalizzato su Usain nell'ultima parte, se avessi fatto la mia gara avrei vinto, ho sprecato questa gara, potevo vincere, devo rimanere concentrato, so cosa posso fare’.

Ma la sorpresa vera la fa un italiano, Andrew Howe, che con il vento a favore vola nello stadio olimpico nella gara dei 200 metri stampando la miglior prestazione europea della stagione, a tre centesimi dal primato personale (20.28 primato europeo junior), piazzandosi primo davanti al campione olimpico di Atene Shwan Crawford, quarto in 20.82, al giamaicano Anderson (secondo in 20.49) ed a Sorrillo (20.68).

Ecco la vittoria di Usain Bolt nei 100m di Roma

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019