Excite

Boxe, dopo il titolo Haye è già il nuovo eroe di Londra

In Inghilterra è già leggenda. Il day after di David Haye, fresco fresco del titolo di campione del mondo dei pesi massimi della Wba, conquistato contro il Nikolay Valuev (2,13 per 143 chili di peso), è già quello di un consumato campione che si sveglia con la consapevolezza di aver compiuto l'impresa della vita.

Lui era sfavorito, solo 1.90 di altezza e addirittura una mano fratturata nella terza ripresa contro la quale dover lottare, ma nemmeno questo lo ha frenato: una scena quasi da film con l’eroe che come Rocky sconfigge la macchina da guerra russa, un momento così bello che alcuni si sono già lanciati in paragoni con certi campioni del passato forse per ora un po’ eccessivi, e anche lui ci tiene a sottolinearlo: “Ringrazio tutti dei complimenti – ha detto Haye -ma ho letto certi articoli in cui vengo paragonato Muhammad Alì e questo mi ha fatto sentire in imbarazzo. Ali è stato il più grande di tutti, e anche se ho conquistato un pezzo del titolo mondiale dei pesi massimi non posso neanche essere avvicinato a lui. Ho ancora tanta strada da fare per avvicinarlo. Anche se mettessi Ko i due fratelli Klitschko in una notte sola e diventassi l’unico re dei massimi, non potrei ancora essere considerato bravo come lui, che è stato il Mito. Se fra 50 anni venissi definito un grande, avrei soltanto fatto il mio lavoro”.

Il prossimo incontro ufficiale dovrebbe essere contro John Ruiz, ed Haye ha già fatto presente che è certo di “mettere Ko Ruiz, anche se lui è sicuramente un buon pugile”, ma si pensa molto più in grande, tanto che il suo manager Adam Booth sta lavorando per un organizzare “una grande sfida contro uno dei fratelli Klitschko (Wladimir, detentore dei titoli Ibf e Wbo, Vitali campione per la Wbc) da far disputare a Wembley: lo spettacolo ed il tutto esaurito sarebbero assicurati. Vedremmo uno dei combattimenti più belli della storia dei pesi massimi”.

Intanto siccome la boxe è soprattutto business Richard Schaefer, direttore della ‘Oscar De La Hoya Promotion’, è più che certo che l’inglese “ha un grande avvenire anche oltre Atlantico. Lui è come Floyd Mayweather, Oscar de la Hoya e Ricky Hatton, tutti combattenti di grande talento ed anche molto carismatici. I Klitschko non sono riusciti a conquistare pienamente il mercato americano, con Haye sarebbe diverso: ho già diverse richieste, come quelle della pay-tv Hbo e del MGM di Las Vegas.

 (foto © LaPresse)

Guarda l’ultimo round del match tra David Haye e Nikolay Valuev

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017