Excite

Briatore alla riscossa, sentenza il 5 gennaio!

Inizia la difesa di Flavio Briatore al Tribunale di Grande Instance di Parigi a seguito della vicenda di Renaultgate per la quale era stata decisa dalla Fia la sua radiazione dalla Formula 1.

Briatore si è presentato in aula accompagnato dall’avvocato Philippe Ouakrat il quale ha più che mai evidenziato come la decisione presa dal Consiglio Mondiale, a suo parere, debba essere revocata per una serie di anomalie verificatesi durante lo svolgimento delle procedura, sia per il fatto in sé stesso: innanzitutto il Consiglio era incompetente e non aveva facoltà di decidere su una questione come questa, ed in secondo luogo sarebbero stati violati alcuni diritti di difesa dato che non gli è stata svelata per tempo l’identità di Mister x.

Al Giudice Christian Hours il legale di Briatore ha chiesto quindi l’annullamento della sentenza a tutti gli effetti, e la stessa strada è stata percorsa anche dai legali di Pat Symonds condannato ad una sospensione di 5 anni dal mondo dal circus F1 dopo le rivelazioni di Piquet Jr, ma Briatore non si ferma e prosegue nelle richieste con un risarcimento da un milione di euro.

Per conto suo la Fia, ribadendo la gravità degli atti compiuti da Briatore (riferendosi all’incidente di Piquet Jr comandato dal muretto), ha sottolineando che questa sanzione da parte del Consiglio Mondiale sia da considerarsi come un provvedimento disciplinare amministrativo preso da un'associazione, quale appunto la Fia è. Inoltre i legali escludono tra le altre cose di aver violato il diritto alla difesa di Briatore che da parte sua continua a ritenersi vittima di un complotto: il 5 gennaio è attesa la sentenza.

 (foto © LaPresse)

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017