Excite

Briatore: ‘Alonso è il migliore’, Domenicali pensa a Singapore

Il Mondiale di F1 dopo Monza si è riaperto, e così smaltita l’adrenalina, ecco che si cominciano a fare analisi su quello che potrà accadere, tanto che ad intervenire ci pensa anche un escluso doc del circus, le cui opinioni però contano sempre tanto, Flavio Briatore.

Fernando aveva bisogno di una vittoria così: nel momento in cui ha una macchina che può competere può fare la differenza. Alonso è il miglior pilota che c'è in circolazione, fa la differenza - comincia Briatore -, anche se a Monza ha sbagliato partenza e i meccanici sono stati decisivi. Schumacher ha avuto un ciclo alla Ferrari ma allora la competizione non era così tremenda. Ha fatto cose straordinarie ma oggi ci sono in pista cinque campioni del mondo, Alonso ha più clienti difficili di quanti ne abbia avuti lui, l'importante è comunque che la macchina sia lì: a quel punto Fernando, con 2-3 decimi, con la consistenza in gara, fa la differenza. A Fernando basta vincere un'altra gara per giocarsela. Quante chance ha di vincere il titolo? Diciamo 50%’.

Guarda le foto della festa Ferrari a Monza

Sempre Briatore continua la sua analisi parlando della Red Bull e di come nonostante Webber sia primo in classifica piloti, la squadra stia facendo di tutto per buttare via un Mondiale che, data la qualità della vettura, si poteva già considerare in cassaforte: ‘Quella di Monza - prosegue l’ex n°1 della Renault - era la gara più difficile per loro. Ma alla Red Bull non hanno ancora capito che se continuano così, con Webber e Vettel che si corrono contro, il Mondiale lo possono perdere Alla Ferrari c'è una situazione chiara, in cui Alonso è il leader del team e Massa dà una mano, alla Red Bull no, anche ieri la loro strategia non è stata brillante. Hanno buttato via un centinaio di punti, Vettel ne ha fatte di tutti i colori, certo, se uno non vuole vincere il Mondiale questa può essere una strategia’.

E a proposito di Ferrari una buona fetta dei meriti di questo successo è da attribuirsi a Stefano Domenicali e a tutto il box delle rosse, il quale già pensa però al prossimo Gp: ‘Singapore è una pista dove la Red Bull tornerà ai livelli di sempre, la McLaren sarà molto forte e quindi sarà una lotta ancora più dura di quella che abbiamo visto a Monza. Dopo la gioia di ieri ora torniamo al lavoro per preparare in ogni dettaglio la prossima finale – spiega il responsabile della Gestione sportiva Ferrari – ‘Porteremo qualche sviluppo aerodinamico legato al fondo della vettura - anticipa Domenicali - dobbiamo essere certi che questo vada nella direzione giusta. Qualche colpo in canna speriamo di averlo ancora, ci stiamo avvicinando ad una fase che ormai vede la macchina diventare quella che devi portarti fino in fondo’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019