Excite

Briatore fa causa alla Fia, Schumi fa chilometri

Flavio Briatore, scagionato dal Tribunale di Parigi ma allo stesso tempo con la piena opposizione di Jean Todt nel suo reintegro in Formula 1, non molla un colpo, anzi, passa subito al contrattacco della Fia con una richiesta di risarcimento danni.

Danni connessi alla radiazione, alla perdita di contratti milionari come quelli di Fernando Alonso e Heikki Kovalainen, danni di immagine, e chi più ne ha più ne metta, per una richiesta economica che i legali stanno definendo attorno ad una cifra pari, si dice, ai 30 milioni di euro. La guerra è aperta, e nonostante la Fia abbia fatto una sorta di passo indietro nella questione delle superlicenze, confermando di fatto il metodo consueto, rimane salda la decisione di volersi appellare alla decisione del Tribunale delle Grandi Istanze parigino sul caso Briatore.

Chi invece si gode il suo rientro in Formula 1, per così dire, è Michael Schumacher, che da oggi è impegnato in una 3 giorni di test a Jerez a bordo di una GP2 con l’intenzione di macinare più strada possibile e riprendere subito confidenza con le piste ed il clima della gara. I 41 anni Schumi non sono un problema pare, anzi lui già freme aspettando il 1 febbraio quando finalmente a Valencia salirà sulla nuova Mercedes GP.

Foto: LaPresse – Gazzetta.it

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017