Excite

Caduta Contador al Tour de France 2014, lo spagnolo si ritira: il video

  • Youtube

Clamoroso colpo di scena al Tour de France 2014: Alberto Contador, uno dei favoriti per la vittoria finale è caduto riportando lesioni che lo hanno costretto al ritiro definitivo dalla competizione. E' la seconda defezione importante per la gara a tappe francese: negli scorsi giorni c'era stata la caduta rovinosa di Chris Froome del team Sky, altro grande protagonista atteso e vincitore della corsa nello scorso anno.

Ecco chi è Florida Leonida, la ginnasta divenuta escort: le foto

Oggi è stata la volta di Contador, apparso già in difficoltà nelle prime tappe del Tour: quella di oggi, tra Mulhouse e La Panche Des Belles Filles era una delle più insidiose di questa prima fase della gara con sette Gran Premi della Montagna, 45 chilometri di salita con un arrivo durissimo per un totale di 161 chilometri. Proprio lungo il percorso, a 95 km dall'arrivo lo spagnolo è rimasto vittima di una pesante caduta: le sue condizioni sono sembrate sin da subito problematiche, con perdite di sangue molto evidenti dalla gamba destra. In ogni caso il corridore del team Tinkoff-Saxo, dopo le medicazioni del caso ha deciso di risalire in sella e proseguire la propria tappa.

Guarda il video del ritiro di Alberto Contador dal Tour de France

Ma non ce l'ha fatta: se all'inizio sembrava in grado di recuperare il distacco, la pedalata si è fatta poi meno fluida apparsa dopo un tentativo vano dei compagni di squadra Bennati e Roche di riportarlo nel gruppo della maglia gialla distante quattro minuti, il ciclista ha deciso di alzare bandiera bianca. Deciso così il ritiro con il Tour de France che perde un papabile vincitore apre scenari molto invitanti per l'italiano Vincenzo Nibali.

Rischio omicidio in un match di football: strangola l'avversario, salvato per miracolo

Il corridore dell'Astana ha ora la grossa chance di andare a conquistare la vittoria: presto per dirlo ma dopo una settimana di dominio, per il ciclista messinese è lecito crederci. Solo ieri l'italiano aveva perso la maglia gialla per il sorpasso del transalpino Gallopin: una 'sconfitta' controllata, così come l'ha definita lo stesso siciliano. Domani riposo poi si inizierà a fare sul serio: ad attendere Nibali ci sono le impennate decisive, le salite delle Alpi e sui Pirenei, quelle che diranno tutto sul destino di quello che ora è divenuto uno dei maggiori indiziati al successo. Quelle che daranno a Nibali la possibilità di entrare nella storia del Tour de France.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017