Excite

Cassina, “Con il poker mi alleno per gli Europei”

Mancano dieci giorni agli Europei di ginnastica a Milano, cominceranno infatti il 3 aprile, e in una bella intervista rilasciata a “La Stampa”, Igor Cassina, atleta italiano specializzato nella sbarra, parla del suo futuro e racconta come il poker lo aiuti sempre a trovare a concentrazione giusta per le gare.

“Andrò avanti fino ai Mondiali di Londra, in autunno. Ma per quell’altra Londra, quella 0limpica del 2012, mi sento ancora in bilico: tre anni sono lunghi, serve entusiasmo e salire sul podio a Milano, nella mia città, sarebbe importante”. Comincia così la lunga intervista del ginnasta italiano che ricordando il suo passato non può dimenticare l’oro ottenuto ad Atene, successo che non mai riuscito a bissare: “È la cultura italiana: se hai vinto una volta devi ripeterti, altrimenti hai fallito. Può valere per altri sport ma nella ginnastica è diverso e nella mia specialità ancora di più, proprio perché l’errore è una questione di millimetri o di una frazione infinitesima di secondo. Tanto è vero che pochissimi si sono dimostrati i più forti in due grandi competizioni consecutive”.

Cassina ha poi parole per la scuola italiana. Lo sport è sottovalutato e che manchi una cultura seria a questo riguardo è sotto gli occhi di tutti, per questo l’atleta vorrebbe parlare con il ministro Gelmini: “Non mi piace che lo spazio per l’educazione fisica sia stato ridotto, era già troppo poco. Forse noi atleti di spicco dobbiamo uscire dal nostro isolamento per sensibilizzare il governo: lo sport è una palestra di regole, di comportamenti, di salute e non può essere affidato all’iniziativa personale o delle famiglie nel tempo libero. Come è stato fondamentale per me, deve esserlo per altri e va impostato a scuola. Sono pronto a dirlo al Ministro Gelmini – continua Cassina -. Vedo in giro troppi ragazzini scoordinati, quasi incapaci di correre e saltare correttamente perché nessuno gliel’ha mai insegnato”.

Leggi come partecipare ai tornei professionistici di poker direttamente da casa tua

E infine una nuova passione, quella del poker, che tra l’altro in Italia sta dilagando, e che sembra proprio abbia colpito anche lui: “Il poker? Lo giocavo nei ritiri o con gli amici in montagna, però non mi andava che ci si giocassero i soldi. In tv ho scoperto invece questo poker "sportivo", in cui la scommessa è fittizia ed è soltanto un modo per vincere la gara: mi intriga perché allena alla concentrazione, al calcolo, allo studio della mossa. Psicologicamente può essere utile anche a chi fa il mio sport. Non ci ho ancora provato ma vorrei iscrivermi presto a qualche torneo”.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017