Excite

Cavendish centra il 4° successo, Petacchi in verde

Finiti a Pirenei tornano le tappe dedicate ai velocisti e l’arrivo di Bordeaux è un invito a nozze per Mark Cavendish che si prende con i denti il lungo arrivo in rettilineo e lo fa lasciando un bel distacco far sé e gli inseguitori dopo che Eisel, suo nuovo apripista dopo che Dean è stato mandato a casa causa testate, gli apre la via per la volata.

In classifica generale non cambia nulla con Contador che rimane in giallo aspettando la crono di oggi che potrebbe essere l’ultima fatica prima dell’arrivo di Parigi, passata indenne anche questa per lo spagnolo sarà fatta anche se, continuiamo a ripeterlo, il modo con cui si è preso la maglia gialla, scuse o meno, non è piaciuto proprio a nessuno.

La buona notizia della giornata è che Petacchi si è ripreso la maglia verde che si sta giocando con il norvegese Hushovd dopo un arrivo strategico in volata fatto da una partenza molto lunga che paga in termini di punti ma non di piazzamento, ma tutto sommato va bene così dato che il norvegese finisce ancora più indietro. Certo una maglia con un sorriso a metà perché la faccenda doping pesa e non poco sulle spalle di Petacchi, anche se lui non ci vuole pensare: ‘A quello penserò dopo – spiega Petacchi -, al ritorno a casa aprirò questo nuovo capitolo e chiarirò tutto, ma ora sono al Tour e mi concentro esclusivamente su quello. La volata? Ho anticipato l'uscita perché temevo di restare chiuso, ma sono tre giorni che sono sotto antibiotico, stanco e ammalato, ho sprintato con le ginocchia. Ora cercherò di difendere la maglia a Parigi (12 punti su Hushovd, 16 su Cavendish), ma se dovessi perderla lo farò con onore così come l'ho conquistata’.

Oggi la crono da Bordeaux a Pauillac (51 km) e domani l’arrivo a Parigi, due giorni per decidere il Tour de France 2010.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019