Excite

Cento volte Troncon

Quando si parla di Alessandro Troncon lo si fa sempre con una forma di rispetto. Come si parlasse di un maestro, di uno da cui prendere esempio. E non è solo una questione anagrafica. Troncon è uno di quei giocatori sui quali ogni squadra si poggia, uno su cui poter contare, in ogni occasione.

Quando giochi a rugby è bello sapere che girandoti puoi trovare sempre un compagno a supportarti e Tronky è così, con la sua maglia numero nove da mediano di mischia attaccata alla pelle sin da bambino, sin dalle giovanili della Benetton Treviso.

Quando tifi Italrugby non puoi ignorare che questo giocatore immenso veste la maglia azzurra da tredici anni, da quel 7 maggio 1994 a Parma in cui superammo la Spagna per 62-15. Non puoi ignorare come, dopo che gli fu preferito Griffen e aver meditato di ritirarsi nel 2005, abbia risposto "obbedisco" alla nuova chiamata della nazionale e sia ancora qua a dare il massimo per tutti noi. E questo dovrebbe far riflettere certi giocatori della palla tonda di recente memoria.

Quando ti spediscono in panchina e tu ci vai solo aspettando il momento di entrare in campo, di cambiare la partita, senza lamentarti e poi succede che entri e porti la squadra alla vittoria: ecco allora sei certo di chiamarti Alessandro Troncon.

Quando gli avversari hanno paura di te, ti tengono d'occhio, ti colpiscono duro ma tu non ti tiri indietro e continui a combattere, esagerando a volte, ma non abbassando la testa: chiedete all'irlandese Stringer...

Quando batti la Francia a Grenoble e quasi dieci anni dopo porti per mano la tua squadra al Murrayfield e andiamo a vincere 17-37 in casa degli scozzesi e ti eleggono man of the match...

Quando riesci a dire una frase come: "Il rugby è il modo migliore che conosca per farsi degli amici. Amici che resteranno tali per sempre, e con cui si avrà sempre qualcosa da condividere. Questo sport mi ha dato tanto, e non mi ha mai tolto niente."

Allora sai che non c'è niente da aggiungere, solo una strada da seguire per i ragazzi che iniziano oggi a giocare a rugby e per chi continua a farlo anche passata la trentina: seguire le orme di un grande come Alessandro Troncon.

In bocca al lupo Tronky!

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017