Excite

Ciclismo, Bulbarelli dà l’addio alle telecronache

Auro Bulbarelli lascia le corse di ciclismo. Dopo tanti anni di commenti, telecronache e appassionanti e interviste il commentatore numero 1 del ciclismo è stato designato a incarichi dirigenziali, nominato vicedirettore di Raisport.

Quella di sabato 17 ottobre, il Giro di Lombardia, è stata la sua ultima telecronaca prima di abbandonare, almeno per ora, quella che per molti anni è stata la sua vita, pronto per essere sostituito da Francesco Pancani. Ma non solo Bulbarelli, infatti nella nuova tornata di promozioni da parte del cda della Rai troviamo anche Jacopo Volpi, Giampiero Bellardi, Sandro Fioravanti, Bruno Gentili, Maurizio Losa e Raimondo Maurizi.

E insomma ora che il buon vecchio Bulbarelli non c’è più chissà come sarà sentire di nuovo il Giro d’Italia, le grandi salite e i tapponi senza fine che lui per tanti anni ha raccontato con enfasi, e perché no, anche con qualche gaffe che giornalisti rivali non hanno mai mancato di fargli notare.

“Bulbarellismo” qualcuno lo chiama, fatto di mail dei tifosi lette all’infinito, qualche opinione e commento di troppo forse, ma è giusto così, ognuno ha il suo modo di trasmettere la propria passione: Bulbarelli era così, e anche questo ha fatto la sua gloria. Ora che però si passa ai piani alti c’è chi sottolinea come la sua amicizia con Umberto Bossi sia stata un buon trampolino di lancio (vedi Corriere della Sera), ma nel bene o nel male quella voce mancherà, su questo non ci sono dubbi…

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017