Excite

La Wada farà ricorso contro Contador

Dopo l’assoluzione arrivata dalla Federciclo spagnola e dopo aver già ripreso l’attività agonistica presentandosi, come se nulla fosse, all’Algarve 2011, oggi Alberto Contador deve fare i conti anche con chi non ha nessuna intenzione di fargliela passare liscia e, visto che in Spagna con lui sono stati decisamente teneri, pare che la Wada non voglia adottare lo stesso sistema di misura.

Il caso Contador non è chiuso - dice David Howman, direttore generale dell'Agenzia mondiale antidoping (Wada) alla Dpa - Ha la possibilità di presentare ricorso al Tribunale d'arbitrato sportivo. E' suo diritto. Noi dobbiamo aspettare e vedere cosa succede – continua riferendosi all’Uci, unica insieme alla Wada a poter bloccare l’assoluzione - Si può agire in qualsiasi maniera, tutto è possibile’(Wada e Uci hanno un mese per presentare ricorso dopo la sentenza).

La Spagna ha lavorato molto per adeguare le proprie norme. Le regole di 2 anni fa non erano valide come quelle attuali – conclude - Ogni paese, come ogni sport, ha i suoi problemi con il doping. Puntare il dito contro un paese in particolare non è una buona idea’. Sta di fatto che l’Operacion Galgo, che ha portato alla luce un giro di doping impressionante, ha avuto risultati allarmanti, e questa sentenza verso Contador che fino'ora rimane impunito, di certo non fa che aumentare i dubbi su un sistema che ha dimostrato di fare due e pesi e due misure.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018