Excite

Coppa America, Alinghi e Oracle sono in partenza

Insomma, forse è la volta buona. Il tribunale di New York, probabilmente stufo come noi di sentire parlare di cause e slittamenti, ha infatti deciso che la 33/a edizione della Coppa America si svolgerà a Valencia nel mese di febbraio, punto e basta.

Respinto il ricorso di Alinghi che riguardava lo svolgimento della gara nelle acque di Ras Al-Khaimah negli Emirati Arabi Uniti, richiesta ritenute irregolare sulla basi del Deed of Gift, ovviamente non senza le proteste di Fred Mayer, vice commodoro della circolo nautico di Ginevra che ha detto: ‘Per la prima volta nella storia della Coppa America, ai detentori è stato negato il diritto fondamentale di scegliere il sito dove si svolgerà la gara’, le imbarcazioni sono in procinto di partire per la Spagna.

Guarda le foto del varo di Alinghi in volo

O meglio Oracle è partita, mentre Alinghi ancora non ha lasciato la sede degli allenamenti, Ras al-Khaimah appunto, ma è intenzionata a farlo al più presto, in modo e maniera che possa finalmente svolgersi questa competizione che si trascina dal 2007 dopo la vittoria degli svizzeri. Era dal 1998 non si verificava una sfida a due nell’America’s Cup, ed è davvero difficile riuscire a pronosticare una risultato questa volta: in mare ci saranno due imbarcazioni costose come non mai, dotate di tecnologia all’avanguardia, quasi futuristiche, a questo punto solo il mare potrà consegnare il suo verdetto.

Sia quel che sia, l’importante è che finalmente si tornerà in mare con la formula scelta delle 3 regate, con la possibilità di arrivare a 5 o a 7... Ma a dire la verità l’attesa non è ancora finita, perché purtroppo rimane la possibilità di sorprese dell’ultimo minuto.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017