Excite

Coppa del Mondo di Rugby, Italia quasi bocciata

Dopo le mazzate prese sul campo contro gli All Blacks, anche se mazzate onorevoli, arrivano anche quelle politiche, e l’ultima giunge proprio dalla Rugby World Cup Limited, la società che gestisce la Coppa del Mondo di Rugby e che ne detiene tutti i diritti connessi, pare abbia bocciato in via definitiva la candidatura dell’Italia ai prossimi Mondiali.

Il parere espresso dalla società, controllata dall'International Rugby Board, tende infatti, per i tornei iridati del 2015 e del 2019, ad orientarsi verso Inghilterra e Giappone, azzerando di fatto le possibilità di Italia e Sudafrica, che ben speravano fino a qualche giorno fa, anche se la decisione finale è rimandata al 28 luglio prossimo a Dublino.

"Un torneo in Inghilterra permetterebbe all'Irb di aumentare le risorse finanziarie da investire sul nostro sport", ha fatto sapere la federazione internazionale in una nota, "mentre una coppa del mondo in Giappone rappresenterebbe un punto di passaggio per un ulteriore sviluppo ed una maggiore espansione del rugby in Asia".

Duro colpo anche per il presidente della Federazione italiana rugby Giancarlo Dondi: "Eravamo e rimaniamo convinti della grande qualità della nostra candidatura - ha commentato il n.1 Fir -, per questo sono dispiaciuto. Speravo in un'apertura del rugby a nuove nazioni che invece non c'è stata. L'Inghilterra - conclude - su otto edizioni ne ospiterà tre".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017