Excite

Coppa del Mondo di sci alpino: ritorna Innerhofer, secondo a Lenzerheide

  • Getty Images

Matthias Mayer davanti a Christof Innerhofer: il podio olimpico di Sochi si ripete nella discesa di Lenzerheide, l'ultima della stagione di Coppa del Mondo. Il 24enne austriaco ha dominato su un tracciato non semplice, precedendo di 11 centesimi la coppia formata da Innerhofer e Ted Ligety. Il campione di Gais quest'anno non era ancora riuscito a lasciare il segno nella specialità, ci è riuscito con una gara d'attacco che lascia comunque l'amaro in bocca per due gravi errori che hanno rischiato addirittura di farlo cadere quando innerhofer era nettamente in testa fino al secondo intermedio. E' arrivato così il dodicesimo podio della carriera in Coppa. Rimane fuori dal podio invece per appena due centesimi il competitivo Peter Fill, che ha chiuso quarto.

"Mi sono presentato a Lenzerheide con tanta motivazione perchè quest'anno non abbiamo mai trovato condizioni meteo buone per mostrare le nostre capacità, eccetto a Kitzbuehel e Sochi dove infatti sono arrivato nelle prime posizioni. E qui è stata la stessa cosa, su una pista veramente tecnica e divertente.- ha commentato Innerhofer - Ho commesso un errore molto grave che varebbe potuto costarmi il podio, mi sono trovato davanti alle reti di protezioni ma sono riuscito a evitarle. Del resto tutti hanno frenato su quel dosso, io invece sono arrivato sparato e non ho messo di traverso gli sci. Sono stato fortunato, per me è stato importante ottenere questo secondo posto. La stagione in discesa si chiude con il sesto posto nella start list, se penso che prima della Val Gardena ero ventunesimo, non posso che essere soddisfatto. Adesso mi aspetta il supergigante, in questa disciplina non mi sta girando tanto bene ultimamente, però questo pendio mi piace e cercherò di essere ancora protagonista, mi dispiace che la coppa stia finendo perchè mi sento bene e sono tanto motivato. Il mio voto alla stagione? - ha concluso - Direi 9 perchè non sono ancora come Svindal che sa vincere in tutte le condizioni, sarà quello il mio prossimo obiettivo. Per il futuro cercherò di migliorare sulla neve molle, ma soprattutto spero che la schiena continuio ad andare come in questo periodo. Ho raggiunto i 500 punti, vorrei partecipare al gigante di Soelden di inizio anno perchè fare tante porte larghe mi aiuta nelle mie discipline".

La classifica di specialità si chiude, così, con il trionfo di Svindal, oggi quinto, a quota 570 punti, mentre gli fanno compagnia sul podio Hannes Reichelt (assente per infortunio in Svizzera) con 360 punti ed Erik Guay (solamente diciassettesimo e quindi fuori dai punti) con 357. Nella generale Svindal sorpassa Marcel Hirscher al comando con 1091 contro i 1050 dell'austriaco e domani c'è il superG.

Tra le donne l'ultima discesa di Coppa del mondo è stata vinta dalla svizzera Lara Gut davanti all'austriaca Elisabeth Goergl e all'altra elvetica Fraenzi Aufdenblatten. La Coppa di discesa è stata cosi' conquistata dalla tedesca Maria Hoefl-Riesch, purtroppo caduta rovinosamente a Lenzerheide. La tedesca ha riportato uno strappo muscolare ed una serie di pesanti contusioni ad un braccio e ad una spalla e non parteciperà alle prossime tre gare delle finali di Lenzerheide dove era in corsa per la conquista della Coppa del mondo, lasciando, così, via libera al successo dell'austriaca Anna Fenninger. Per l'Italia, con due atlete ammesse alla finale, la migliore è stata Daniela Merighetti, ottava, mentre Elena Fanchini ha chiuso quattordicesima.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017