Excite

Corso di vela per i neo "tele-velisti"-4

VIRATA IN PRUA
La virata in prua è un cambio di mure passando per l’angolo morto, comporta quindi un cambio di direzione. Virare serve per bordeggiare (risalire il vento) e per evitare un ostacolo. 

Per attraversare l'angolo morto, dove le vele non portano, è indispensabile avere una certa velocità. Durante la manovra tutto l’equipaggio deve seguire i comandi del timoniere. 

La sequenza delle manovre da eseguire è la seguente: 

1.         Portarsi in andatura di bolina stretta.

2.         Il timoniere, che coordina tutta la manovra, ordina : Pronti a virare!

3.         L'equipaggio si prepara e risponde : Pronti!

4.         Il timoniere prende un punto di riferimento a  90° sopravvento e grida:   Viro!   portando decisamente la barra del timone all’orza e quindi la prua verso il vento. 

5.          Quando le vele iniziano a rifiutare (non prima!), il fiocchista sottovento lasca la scotta del fiocco, mentre il randista, pur tenendo cazzata la sua scotta, dovrà esser pronto a lascarla per seguire un eventuale errore del timoniere o un aumento del vento. 

6.         Il fiocco passa sulle nuove mure, aiutato dal prodiere e dai fiocchisti, i quali cazzeranno rapidamente la scotta di sottovento. 

La barca, per effetto della sua velocità, esce dall'angolo morto e riprende a navigare sulle nuove mure.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017