Excite

Crisi nell’ippica, chiude l’ippodromo di Napoli

Chiude l’ippodromo di Napoli ed è polemica nel mondo di questo sport che vive una profonda crisi. L’ippodromo di Agnano da domenica chiuderà, e con lui faranno la stessa fine anche gli impianti “metropolitani” di Milano (San Siro trotto e galoppo), quelli di Roma (Tor di Valle per il trotto, Capannelle per il galoppo).

Una decisione difficile da digerire, specie per i 180 posti di lavoro che rischiano di saltare a causa di questa decisione, decisione che è arrivata dopo 3 ore di colloquio che hanno visto i dirigenti degli impianti incontrare i vertici dell’Unire (l’ente che gestisce le corse, vertice che però non ha portato ad alcun risultato, non riuscendo a trovare un accordo sull’erogazione di dieci milioni, deliberati la scorsa primavera.

La chiusura degli impianti porterebbe al licenziamento immediato di tutti i dipendenti, solo ad Agnano si contano 80 posti di lavoro (25 impiegati, 56 operai e un dirigente), più tutti i collaboratori part-time, i sindacati hanno chiesto un incontro con i vertici della società.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017