Excite

Da Monza il ruggito di Alonso: Ferrari 1° e 3°

Finalmente Fernando Alonso suona la carica, e nel Gp più atteso in casa Ferrari, Monza naturalmente, lo spagnolo vince una gara stupenda gestita alla grande insieme al muretto davanti a Jenson Button e Felipe Massa, terzo sul podio a completare la festa rossa.

Guarda le foto più belle del GP d'Italia

Una prova senza sbavature quella di Alonso, solo la partenza lascia a desiderare, ma con Hamilton che si autoelimina alla prima curva dopo un contatto con Massa che lo priva della ruota anteriore destra e Webber che rimane imbottigliato fin dall’inizio, solo Button lo separa dalla vittoria: da adrenalina l’uscita dai box che sancisce il suo primo posto con i due che lottano come leoni per un giro intero, ma niente da fare, Alonso oggi era troppo forte.

Grazie a questo risultato Fernando guadagna 25 punti tondi tondi e sale in classifica in terza posizione, a 166 punti, meno 21 dalla vetta, occupata da Webber (187) che torna leader ed Hamilton (182): ‘Vincere a Monza, nel GP di casa, è stata una grande emozione – commenta lo spagnolo -. Credo che sia la vittoria più importante della mia vita dopo una gara molto dura. Abbiamo attaccato Button perchè la nostra auto era veloce nei rettilinei e abbiamo spinto molto, ma Button ha guidato in maniera superba. Così il sorpasso è arrivato ai box per merito dei meccanici, che sono stati straordinari. Nella posizione in cui siamo ora non c'è spazio per un errore, lo abbiamo visto oggi con Hamilton. Basta un problema e possiamo dire bye bye al Mondiale. Adesso abbiamo cinque gare davanti, non dobbiamo mollare e dobbiamo continuare a spingere: mi aspetto una Ferrari molto consistente’.

Molto felice anche Felipe Massa soprattutto per la soddisfazione regalata ai tifosi: ‘Sono partito bene, non come Jenson Button - spiega il brasiliano in conferenza stampa -. Ho visto che hanno staccato tardi sulla prima curva, ho bloccato un po' le ruote e quando ho visto che Fernando era largo ho provato a sfruttare l'occasione, ho visto che non riuscivo a tenere la posizione e poi ho sentito un colpo era Lewis Hamilton che mi ha toccato, ma non ho visto niente, ho solo sentito. Il pit-stop? l'idea di rimanere più a lungo in pista era buona, ma è chiaro che mi aspettavo di avere prestazioni migliori con le dure. È stata una bella gara, io forse ho perso un po' di tempo durante il pit stop e per questo non ho potuto lottare per i primi 2 posti. Su questa pista è bello, ad un certo punto si vede soltanto la gente tifare’.

Infine Hamilton, il più scontento che fa una figuraccia e perde la testa della classifica, ma soprattutto vede il suo avversario n°1 Alonso sempre più vicino in classifica mondiale: ‘Ho fatto un errore, è quello che accade nelle corse, l'errore è stato mio. Mi sono toccato con Massa e ho rotto la macchina’. Un campionato così aperto in Formula 1 non se lo ricordava quasi nessuno, tutto si deciderà nelle ultime gare.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019