Excite

Daniele Molmenti, oro alle Olimpiadi di Londra: intervista esclusiva per Excite.it

  • infophoto

di Giuseppe Latorraca - (twitter GiuseppeLatorra)

"...Molmenti scatta, boato del pubblico sìììì, 93" 43: è il tempo migliore! Daniele Molmenti è medaglia d'oro, la terza di queste Olimpiadi: il fiulano porta sul podio quel titolo che studiava da 5 anni. E' oro!"
Sono le parole concitate del telecronista Franco Bragagna nella telecronaca RAI del 1° agosto, mentre racconta l'impresa di Daniele Molmenti che conquista la medaglia d'oro nella Canoa "specialità k1 slalom".

Entrato di diritto nelle case di tutta Italia in un afoso pomeriggio di agosto, Molmenti ha condotto una finale impeccabile, imbracciando una pagaia personalizzata (con il tricolore sui due remi), domando le rapide artificiali di Lee Valley (nei dintorni di Londra), e vincendo con il tempo straordinario di 1' 33" 43, mettendo in riga i temuti avversari Hradílek e Hannes Aigner.

Daniele Molmenti, oro alle Olimpiadi di Londra 2012: video vittoria e premiazione

Per Molmenti, l'oro olimpico rappresentava l'unico grande traguardo sportivo che mancava nel suo palmarés, dopo una serie impressionate di successi mondiali, come la vittoria ai Mondiali del 2011 e agli Europei nel 2009, 2010 e 2011.

Dopo il trionfo, Molmenti è stato scelto dal CONI come portabandiera dell'Italia nella cerimonia di chiusura delle Olimpiadi avvenuta allo Stadio Olimpico di Londra il 13 agosto 2012. E dopo le Olimpidi eai bagni di folla nella sua Pordenone e in tutta Italia, sono arrivate anche le onorificienze isituzionali.
Lo scorso 19 settembre, Molmenti (insieme a tutti "i medagliati azzurri di Londra 2012") è stato invitato al Quirinale, con il compito di consegnare personalmente (in compagnia di Alex Zanardi) una medaglia d'oro e la tuta della Nazionale italiana al Capo dello stato Giorgio Napolitano.

Video-diretta dal Quirinale, con i "medagliati" di Londra: Molmenti consegna la tuta dell'Italia a Napolitano

Excite ha contattato il campione olimpico Daniele Molmenti, che si è reso disponible per un'intervista esclusiva, che vi proponiamo.

Daniele, che effetto fa vincere una medaglia d'oro alle Olimpiadi, cantare l'inno d'Italia ed avere una popolarità improvvisa?
"E’ la liberazione da un periodo che mi ha tolto tanta libertà e dato però tanta gioia immensa, i sacrifici di anni si sono raccolti in una medaglia che rimarrà tutta la vita e per sempre nella storia.
Con le parole è difficile spiegare i sentimenti della medaglia al collo ma è certo che sono emozioni che per un’atleta sono le più alte e le più belle possibili. Un obiettivo raggiunto che ti ripaga di tutti gli sforzi.
La popolarità è gestibile come in una gara, dovrò allenarmi e se lo faccio bene, qualche medaglia arriverà anche li!
"

Come hai preparato quella gara?
"Sono un atleta professionista e la preparazione è stata studiata nei minimi particolari: dall'allenamento alla dieta, alle ore di sonno al mental training, tutto è stato studiato per una prestazione di alto livello al momento giusto".

  Nel K1, hai vinto le Olimpiadi di Londra, i Mondiali 2010 a Tacen e gli europei nel 2009, nel 2010 e 2011. Hai praticamente vinto tutto. Dove trovi gli stimoli? Prossimo obiettivo?
"L’obiettivo sono i campionati del mondo di Praga 2013, manca quasi un anno quindi avrò tempo di cavalcare l’onda olimpica, rilassarmi e ripartire verso nuove medaglie. Lo stimolo principale e che mi diverto ancora tantissimo".

  Dopo l'oro, hai avuto l'onore di essere il portabandiera dell'Italia nella cerimonia di chiusura. Ci racconti l'emozione di quella serata? Che effetto fa rappresentare l'Italia davanti a milioni di telespetattori?
"E’ stata la ciliegina di una torta già buonissima! Un’emozione unica e completamente diversa dal dopo gara ancora seduto al kayak. Il coni ha scelto me e mi ha regalato questo onere e per me è stato un onore portare la bandiera e rappresentare così tutto lo sport italiano, quello pulito e che in silenzio ha vinto."

  Sei uscito con Flavia Pennetta? Ha accettato il tuo appuntamento dopo il tuo oro?
"Questo gossip è uscito da due battute che ci siamo scambiati ancora a Londra. A dire la verità non l’ho mai sentita dopo la medaglia, mi spiace perché è una grande atleta ma non sono certo uno che usa gli amici per fare del futile gossip".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018