Excite

Doping: caso Petacchi, Bernucci si prende la colpa

Entra nelle zone bollenti l’indagine antidoping della Procura di Padova che vede coinvolti Alessandro Petacchi e Lorenzo Bernucci, infatti a seguito di due ore di interrogatorio di fronte al pm di Padova Benedetto Roberti sono emerse, pare, interessanti novità.

La prima è che Bernucci sembra essersi accollato tutte le responsabilità per salvare il prestigioso compagno di squadra, anche se questa per ora è solo una voce in quanto tutto il materiale raccolto è al vaglio della Procura del Coni: una trama complessa, così la definisce l'avvocato Tammaro Maiello, una trama che deve essere sciolta nei minimi dettagli per arrivare alla verità.

Le uniche certezze per ora vengono dalle poche parole rilasciate da Petacchi appena dopo l’interrogatorio: ‘Ho risposto a tutto, non ho nulla da aggiungere’ e ancora ‘La Vuelta che parte sabato? Non dipende da me’. Insomma l’esito si attende con molto ansia, anche e soprattutto perché per il velocista della Lampre un’ulteriore squalifica dopo quella di un anno per il doping al salbutamolo nel 2007, significherebbe un deferimento ulteriore di 4/6 anni, e di conseguenza la fine della carriera.

Non resta che attendere, per il ciclismo sono altre ore tanto tristi quanto delicate, ma purtroppo ormai questa è l’abitudine.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019