Doping: Cio toglie medaglia alla bielorussa Ostapchuk, oro nel peso

  • Infophoto

Positiva per metenolone, uno steroide anabolizzante sintetico. Così il Cioha annunciato di aver tolto la medaglia d'oro conquistata nella gara del lancio del peso alle Olimpiadi di Londra 2012, alla bielorussa Nadzeya Ostapchuk. L'atleta era stata controllata lo scorso 5 agosto, il giorno prima della gara che poi aveva vinto. Entrambe le analisi hanno dato esito positivo.

Doping: Ostapchuk positiva, perde l'oro conquistato nel peso

La Ostapchuk, 180cm per 97kg, aveva vinto l'oro del peso con 21.36, 150 centimetri in più della misura che quattro anni prima le aveva fruttato il bronzo olimpico a Pechino. Adesso dovrà restituire la medaglia, mentre il Cio, secondo quanto spiegato in una nota, ha "rimodulato" la classifica del peso donne assegnando l'oro alla neozelandese Valerie Vili Adams, che si era piazzata al secondo posto, l'argento alla russa Evgeniia Kolodko, ed il bronzo alla quarta classificata, la cinese Lijiao Gong.

Londra 2012, Alex Schwazer positivo all'Epo: "La mia carriera è finita"

Nel 2008 a Pechino, la stessa sorte toccò all'azzurro Davide Rebellin, costretto a restituire la medaglia d'argento conquistata per doping. Adesso, invece, a tenere banco in Italia è il caso di Alex Schwazer, campione olimpico della 50 km di Pechino 2008, escluso da Londra 2012 perchè trovato positivo all'Epo nel corso di un controllo antidoping, effettuato il 30 luglio. L'atleta bolzanino ha più volte confermato che la sua carriera è finita e che è pronto a pagare per quello che ha fatto. Il Coni ha deciso "l'esclusione immediata dalla squadra olimpica dell'atleta", appena appresa la notizia.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Attualità - Excite Network Copyright ©1995 - 2014