Excite

Doping nel ciclismo femminile, la Fci denuncia Striscia

Non si placano le polemiche dopo il servizio scandalo di Striscia la Notizia che ha portato alla luce, dopo le rivelazioni della signora Grandi, vice presidente di una squadra professionistica di ciclismo, che ha dichiarato come anche nel mondo del ciclismo professionistico femminile sia ampiamente in essere l’utilizzo del doping.

Ecco il servizio scandalo di Striscia sul doping nel ciclismo femminile

Anche nel mondo del ciclismo femminile purtroppo esiste il doping, è bruttissimo da dire ma è così – queste le parole della donna a Max Laudadio, inviato di striscia - . A causa di questo male si è creato un mondo falso, un mondo surreale. Anche nella mia squadra alcune atlete in vista di alcune gare hanno abusato di sostanze dopanti’.

Quanto doping negli ultimi anni, ecco tutti i casi più rilevanti

Dopo il 22 aprile, data della messa in onda del servizio, oggi è arrivata secca la replica della Federazione Ciclistica Italiana che ha sporto una denuncia querela ‘per accertare quanto dichiarato a Striscia la Notizia sull'uso di sostanze dopanti nel ciclismo femminile’, e c’è da stare certi che ne emergeranno delle belle. Se infatti da una parte si spera che effettivamente non sia così, dall’altra ci si rende conto di quanto il doping sia tristemente diffuso in questo sport, e di conseguenza non è certo difficile pensare che anche il mondo del ciclismo femminile, almeno la parte non sana, ne possa far parte.

Preso atto della gravità delle affermazioni rese dalla signora Grandi – ha dichiarato poi il presidente della Fci Renato Di Rocco - , intervistata nella trasmissione Striscia la Notizia del 22 aprile 2011 ha presentato denunzia querela alla Autorita' Giudiziarie, con richiesta di immediati accertamenti’.

Foto: ilsussidiario.net – lapresse

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017