Excite

Doping Schwazer, Didoni: "Sono deluso"

  • Infophoto

"Mi ha preso in giro, con lui ho sprecato solo tempo" è severa la critica di Michele Didoni, allenatore di Alex Schwazer, marciatore azzurro risultato positivo ad un controllo antidoping a sorpresa (Epo) ed escluso dalle Olimpiadi di Londra.

Schwazer consegna arma e tesserino dei Carabinieri, le foto

"A me ha detto che si sarebbe preso tutta la responsabilità" ha proseguito Didoni "ma ha preso in giro tutti quelli che gli erano vicino, le persone che lo hanno aiutato a salire la china. Mi dispiace tanto, solo qualche mese fa l'ho scelto per fare da padrino al battesimo di mia figlia, me ne sto pentendo".

"Sarà, sensibile, cinico o debole, non lo so. Me lo chiedo anche io. In questo momento mi passa per lamente un solo termine per definirlo, ma è meglio lasciare perdere... Non ci si può ergere a portabandiera dell'antidoping e poi finirci dentro".

La Federatletica ha intanto scaricato Alex attraverso un comunicato stampa: "La federazione italiana di atletica leggera ha ricevuto nel pomeriggio di oggi, a Londra, notizia della positività ad un controllo antidoping del proprio atleta Alex Schwazer, e la conseguente decisione, assunta dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, di escluderlo dalla squadra olimpica. Nel condividere pienamente la scelta operata dal Coni, la Fidal esprime profonda delusione e disappunto per l'accaduto, sottolineando al contempo la propria ferma posizione di condanna nei confronti di ogni forma di doping. La direzione intrapresa dall'atletica italiana su questo tema non è nuova, non ha mai ammesso, e mai ammetterà, deviazioni di alcun tipo".

Ieri, intanto, Alex Schwazer ha lasciato l'Arma dei Carabinieri. Sull'argomento è intervenuto Lino Aldrovandi, papà di Federico Aldrovandi, il 18enne morto il 25 settembre 2005 dopo essere stato massacrato di botte da alcuni poliziotti. "Alex Schwazer ha sbagliato senza se e senza ma, ma mi domando perché lui è stato cacciato dalle forze dell'ordine e gli assassini di mio figlio no?".

Diverbio tra Usain Bolt e Carl Lewis,l'americano a Sport Illustrated aveva dichiarato: "Mi chiedo come si possa correre un anno in 10"3 e l'anno successivo in 9"69". Piccata la risposta di Bolt: "Ho perso ogni rispetto per Carl Lewis, evidentemente dichiara certe cose perché non si parla più di lui...". Intanto il ciclista americano Tyler Hamilton è stato privato dell'oro conquistato ad Atene 2004, la medaglia sarà consegnata al russo Viatcheslav Ekimov.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019