Excite

Dopo Plan de Corones oggi la Brunico - Peio Terme!

Dopo la tremenda scalata a Plan de Corones il Giro d’Italia propone ai corridori i 173 km della Brunico - Peio Terme, una frazione decisamente più tranquilla se paragonata a quella di ieri, ma con due punti dove la salita si farà bella tosta, ovvero al Passo delle Palade/Gampenjoch (GPM km 106,3) con pendenze fino al 16%, e negli ultimi 10 km nella valle Peio, a Celledizzo e Cogolo dove le pendenze varieranno tra il 7 ed il 12%.

Intanto però non si placa la festa di Garzelli che ieri ha compiuto davvero una piccola grande impresa che di certo difficilmente ci dimenticheremo, tanto che è lui stesso a doversene rendere conto per primo per realizzare appieno il successo ottenuto: ‘E’ arrivata nel giorno in cui non me l’aspettavo – ha dichiarato -. Volevo un posto tra i primi cinque, aver vinto in questa tappa così ambita e difficile è un sogno. Era la più bella del Giro, e forse è la più bella della mia carriera. Il segreto? Dosare bene le energie, gestirsi sul passo Furcia, mangiare e alimentarsi. Ma esco da questa giornata rafforzato. Era un test per capire fin dove poter arrivare. Ora posso dire di poter sognare, lotterò con la squadra giorno dopo giorno per difendere la maglia rosa’.

Ma non solo Garzelli perché siamo entrati ufficialmente nell’ultima settimana ed Arroyo ha ancora più di 2 minuti su Basso che però ha recuperato secondi preziosi: ‘Il terreno non era adatto a me, considero positivo il mio bilancio, ci aspettano altre tappe durissime e poi - aggiunge il vincitore del Giro 2006 - non dimentichiamo che c’è la crono conclusiva a Verona’. Ed infine anche Cadel Evans racconta della sua tappa, il suo secondo posto è un gran risultato, non mancando però di sottolineare come qualcosa non gli torni facendosi due conti in tasca e rispondendo alle parole Pat McQuaid, presidente dell’Uci, su una corsa pulita: ‘Spero che abbia ragione, ma gli uomini sono uomini. Io so cosa faccio io, spero che anche gli altri seguano le regole’.

E allora è tutto pronto per la 17° tappa: forse oggi non si farà la differenza, ma le sorprese al Giro sono all’ordine del giorno e non è detto che magari non salti fuori qualche imprevisto che mescoli di nuovo tutte le carte in tavola.

Foto: eurosport.com

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019